Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 22 Maggio 2018 - Aggiornato alle 23:18
RAGUSA - 06/02/2018
Attualità - Nota congiunta sulla scottante problematica

Cinque donne contro la violenza sulle donne: "Basta odio"

Auspicato uno stop anche a "Linguaggi e messaggi razzisti, misogini e omofobi" Foto Corrierediragusa.it

"Nel giorno in cui la Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 20 anni di reclusione del marito di Cettina Conigliaro, uccisa, fatta a pezzi e bruciata quattro anni fa a San Giuseppe Jato, nessuno può tentare di mistificare la eguale indicibile brutalità di cui è stata vittima Pamela Mastropietro, riducendola a omicidio "razziale": lo affermano in una nota congiunta Franca Antoci, candidata al Senato per le Politiche di marzo (foto), Angela Barone, Resi Iurato, Rosetta Noto e Valentina Spata. "Cettina e Pamela - prosegue la nota - sono state uccise, e distrutte nella loro fisicità anche da morte, perché donne, e rispetto a questo dato, nulla contano il colore della pelle e la nazionalità di chi le ha uccise. Bianco e italiano è l´assassino di Cettina, bianco e italiano è il criminale di Macerata, autoproclamatosi "vendicatore della razza", bianco e italiano è il fomentatore di odio che ha pubblicato il fotomontaggio shock di Laura Boldrini, tutti uniti da un comune denominatore: odio nei confronti del diverso da sé perché donna o nero.

Da donne - conclude la nota - facciamo appello alla coscienza civile di tutte le donne, perché insieme si ponga fine a questa insensata spirale di violenza, con ferma condanna anche nei confronti di chiunque, per qualunque ragione, usi linguaggi e messaggi razzisti, misogini e omofobi".