Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 21 Maggio 2018 - Aggiornato alle 19:41
RAGUSA - 05/02/2018
Attualità - Ora si attende tutta una serie di provvedimenti

L’acqua iblea resta pubblica: assemblea ha deliberato

Si dovrà affidare la gestione in house Foto Corrierediragusa.it

L’acqua iblea resta pubblica. L’assemblea Territoriale Idrica, Ati, rappresentata dai sindaci e presieduta dal primo cittadino di Giarratana, Lino Giaquinta, ha deliberato la gestione pubblica dell’acqua. Alla delibera dovrà ora far seguito tutta una serie di provvedimenti per dar corso a quello che oggi resta un atto di principio. L’assemblea dovrà infatti affidare la gestione in house e provvedere innanzitutto all’approvazione del piano d’ambito. Si tratta della ricognizione dei tutti i servizi erogati dai comuni grazie ai loro acquedotti. Questi dovranno essere concentrati in un unico servizio per poi determinare l’affidamento ad una società, che dal suo canto, dovrà gestire il servizio avvalendosi del personale addetto nei vari uffici dei servizi idrici dei comuni.