Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 22 Febbraio 2018 - Aggiornato alle 0:42
RAGUSA - 29/01/2018
Attualità - Nell’ambito delle previste attività di controllo

Rimossi 9 impianti pubblicitari non autorizzati

Il fenomeno dell’abusivismo era stato di recente segnalato dall’Ascom Foto Corrierediragusa.it

La polizia locale, nell’ambito dell’attività di controllo e monitoraggio dell’impiantistica pubblicitaria finalizzata a reprimere il fenomeno dell’abusivismo, solo lo scorso gennaio ha rimosso 9 impianti pubblicitari, precedentemente sanzionati, di cui 4 di dimensioni 12x3 metri ed i restanti di 6x3 metri. Rimossa anche la parte restante (i pali) di un impianto 6x3 già smantellato, mentre un ulteriore impianto è stato spontaneamente rimosso dal proprietario. La polizia locale fa sapere che i controlli continueranno per assicurare la corretta applicazione delle norme del regolamento e del codice della strada su tutta l’impiantistica pubblicitaria e cartellonistica presente nel territorio comunale. Un plauso per l’attività svolta in materia di decoro urbano dagli uffici competenti arriva dall’assessore al ramo Massimo Iannucci.

LA DENUNCIA DELL´ASCOM
Esposto denuncia dell´Ascom di Ragusa, che, sollecitata dai propri iscritti, punta il dito contro gli impianti pubblicitari abusivi, pur evidenziando il lavoro già svolto dalla polizia locale negli ultimi tempi per arginare il fenomeno. Secondo l’associazione commercianti, ci sarebbero "1.400 metri quadrati di strutture pubblicitarie non autorizzate, o installate in maniera difforme alle prescrizioni delle relative autorizzazioni - evidenzia l´Ascom -
creando così un danno diretto alle ditte intenzionate ad operare regolarmente nel settore, impedendo così di acquisire nuove fette di mercato e nuovi spazi".

«Gli impianti – viene spiegato nell’esposto dell’Ascom – si trovano in varie zone della città, e si chiede pertanto urgentemente la copertura degli impianti e la successiva rimozione, considerato che spesso sono situati in posizioni tali da poter arrecare pericolo alle persone e ai mezzi, eventualità nella quale andrebbero considerati responsabili il comune di Ragusa e il comando di polizia locale». L’Ascom chiede dunque l’accesso agli atti per verificare la tipologia di intervento sanzionatorio ed eventuali ricorsi già effettuati relativamente ai singoli impianti oggetto della segnalazione.