Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 23 Maggio 2018 - Aggiornato alle 14:51
RAGUSA - 19/01/2018
Attualità - Quarta donna prefetto a Ragusa dopo Cannizzo, Cagliostro e Librizzi

E´ Filippina Cocuzza il nuovo prefetto di Ragusa

Il Consiglio dei Ministri non ha reso nota la data, ma è solo questione di giorni Foto Corrierediragusa.it

Filippina Cocuzza (foto), catanese, 60 anni, è il nuovo prefetto di Ragusa. Subentra a Maria Carmela Librizzi, che è stata destinata alla prefettura di Messina. Il consiglio dei ministri ha disposto il movimento dei due massimi rappresentanti dello Stato nella seduta di venerdì scorso. Filippina Cocuzza è stata nominata prefetto lo scorso dicembre e come primo incarico è stata assegnata a dirigere la presidenza della commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale con sede a Roma. Il nuovo prefetto di Ragusa è stato vicario di Siracusa e ha svolto buona parte della sua carriera con diversi incarichi alla prefettura di Catania. E’ la quarta donna prefetto di Ragusa dopo Francesca Cannizzo, Giovanna Cagliostro e Maria Carmela Librizzi. Quest’ultima, come accennato, assumerà la guida della prefettura di Messina dove prenderà il posto di Francesca Ferrandino, destinata a Catanzaro.

Maria Carmela Librizzi, 60 anni, nativa di Calascibetta ma catanese di adozione, visto che nel capoluogo etneo si è laureata in legge, vivendovi a lungo, si era insediata nel gennaio del 2016 alla prefettura di Ragusa, dove è stata molto impegnata nella gestione degli sbarchi e di tutte le problematiche connesse al fenomeno migratorio. Ha avviato parecchi progetti di legalità sul territorio e si è contraddistinta per la sua attenzione alle fasce più deboli della società ed in particolare dei minori. Ha interpretato il ruolo del prefetto in modo aperto, senza porre barriere formali nei confronti di associazioni, enti e cittadini, che hanno trovato in lei un punto di riferimento e, soprattutto, un’abile mediatrice, attenta ai bisogni della collettività.

Lo stesso ministro dell’interno Marco Minniti, nel corso della sua ultima visita in occasione delle celebrazioni in onore di Giorgio La Pira a Pozzallo, ha avuto parole di elogio per il prefetto Librizzi, in riferimento alla gestione dell’hot spot del porto di Pozzallo e all’approccio umano, oltre che logistico, nei confronti dei minori non accompagnati, che hanno trovato accoglienza in varie comunità della provincia grazie a protocolli avviati proprio dal prefetto. Maria Carmela Librizzi è entrata nell’amministrazione dell’interno 30 anni fa, nel 1988, ed il suo primo incarico di consigliere di prefettura è stato proprio a Ragusa.

Nella sede di via Rapisardi ha svolto buona parte della sua carriera prima come vice capo di gabinetto e di capo di gabinetto ed a seguito della promozione a viceprefetto, di dirigente area 1 ordine e sicurezza pubblica, diritti civili, cittadinanza, condizione giuridica dello straniero, immigrazione e diritto d’asilo, e dal marzo 2006 al giugno 2008 dirigente dell´area per l´ ordine e la sicurezza pubblica. Poi il trasferimento a Venezia nel giugno 2008 come capo di gabinetto. Nella città lagunare è rimasta fino ad aprile 2012. Intensa l’attività della Librizzi anche a Venezia con numerosi incarichi e delicati ruoli che le sono valsi la promozione a prefetto. Prima di essere destinata a Ragusa, Maria Carmela Librizzi è stata componente della commissione straordinaria del comune di Augusta, a seguito dello scioglimento del consiglio comunale per tentativi di infiltrazioni mafiose. Il consiglio dei ministri non ha reso nota la data di insediamento dei nuovi nominati ma in ogni caso l´avvicendamento è previsto a breve.