Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 21 Gennaio 2018 - Aggiornato alle 21:26 - Lettori online 505
RAGUSA - 29/12/2017
Attualità - A pochi giorni dalla chiusura dell’esercizio finanziario in corso

Approvato bilancio previsionale 2017 Libero consorzio

La proposta di bilancio avanzata dal dirigente del Settore Finanzario, Lucia Lo Castro, ha ricevuto il parere favorevole del collegio dei revisori presieduto da Roberto Gissara e composto da Giovanna Scifo e Francesco Basile Foto Corrierediragusa.it

Il Commissario straordinario Dario Cartabellotta (foto) ha approvato con i poteri dell’organo assembleare il bilancio di previsione 2017.
Lo strumento finanziario di previsione è stato deliberato sul filo di lana, e a pochi giorni dalla chiusura dell’esercizio finanziario in corso, facendo ricorso agli avanzi destinati per pareggiare il disavanzo e rimettere in equilibrio i conti dell’Ente ma sforando il patto di stabilità per l’anno in corso. Non c’erano alternative, una volta venuto meno il contributo straordinario della Regione siciliana come avvenuto lo scorso anno col trasferimento di 5 milioni di euro e permanendo le problematiche finanziarie di questi anni in quanto le disposizioni legislative introdotte non chiariscono la quota di risorse spettanti ai liberi Consorzi per i servizi assegnati da svolgere, determinando pertanto forti squilibri strutturali.
Una criticità di fondo che si manifesta palesemente in quanto la legge non ha calibrato una redistribuzione delle funzioni e delle risorse umane, finanziarie e strumentali a fronte sia dei prelievi sempre più consistenti e insostenibili operati dallo Stato, sia delle incertezze sulle risorse regionali da destinare ai Liberi Consorzi Comunali. Così per garantire l’equilibrio di bilancio è stato utilizzato l’avanzo di amministrazione destinato ma sforando purtroppo il patto di stabilità.

Il mancato adeguato trasferimento delle risorse da destinare ai liberi consorzi, accompagnato dalla vertiginosa riduzione dei trasferimenti erariali ha reso particolarmente incerta e problematica la programmazione e la gestione dell’Ente, impedendo la definizione dei documenti programmatori (Dup, Bilancio, Peg) e, di conseguenza, ha determinato la mancata osservanza del termine per l’approvazione del Bilancio stabilito dal Ministro dell’Interno per il 30.9.2017 e posticipando la definizione di detti documenti a fine esercizio anziché in via preventiva. Per l’esercizio 2017 i trasferimenti regionali sono stati di 6.853.397 euro, di cui 4.573.970 necessari per neutralizzare l’incremento del contributo alla finanza pubblica per il corrente anno. Quindi al netto, il trasferimento regionale per l’anno corrente, ammonta a 2.279.426 euro con una differenza rispetto all’assegnazione dell’anno 2016 di oltre 5.500.000 euro atteso che nel precedente esercizio le somme trasferite risultavano pari ad 7.833.828 euro.

Considerato che i trasferimenti regionali sono stati risultati insufficienti al mantenimento degli equilibri di bilancio, si è determinata nel corso dell’esercizio una notevole difficoltà di gestione e la necessità di fare ricorso in extremis all’avanzo di amministrazione destinato. La proposta di bilancio avanzata dal dirigente del Settore Finanzario, Lucia Lo Castro, ha ricevuto il parere favorevole del collegio dei revisori presieduto da Roberto Gissara e composto da Giovanna Scifo e Francesco Basile.