Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 24 Novembre 2017 - Aggiornato alle 0:31 - Lettori online 526
RAGUSA - 10/11/2017
Attualità - La quarta edizione della ricerca curata dal portale di ricerca della Fondazione Agnelli

Scuole superiori iblee, ecco chi sale e chi scende

Vuole essere una risorsa nel momento della scelta della scuola superiore da frequentare dopo le medie Foto Corrierediragusa.it

Mazzini per il Classico, Galilei-Campailla per lo scientifico, Verga per lo Psico-Pedagogico, Vico per il Linguistico, Fermi per il tecnologico e Archimede per il tecnico-commerciale. Sono questi gli istituti iblei al primo posto della graduatoria elaborata nella quarta edizione di Eduscopio. E’ il portale creato dalla Fondazione Agnelli che offre a studenti e famiglie ed a tutto il mondo della scuola informazioni oggettive e comparabili sulla qualità dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado di tutta Italia. Si tratta quindi di una risorsa preziosa nel momento della scelta della scuola superiore da frequentare dopo le medie ma anche un riconoscimento per quanti sono impegnati nel mondo scolastico ma anche uno stimolo per una sana competizione a migliorarsi.

Per quanto riguarda le scuole iblee l’indagine di Eduscopio dice che il Mazzini di Vittoria è l’indirizzo al top per l’indirizzo classico seguito dal Carducci di Comiso, l’Umberto I° di Ragusa, il Galilei-Campailla di Modica, il Cataudella di Scicli e il Curcio di Ispica. Il Galilei-Campailla a Modica è il miglior indirizzo scientifico, 78.4 punti, rispetto al 71 del Carducci di Comiso. A seguire il Mazzini a Vittoria e il Fermi a Ragusa. Il Verga, sempre a Modica, è primo nell’indirizzo Psico Pedagogico, seguito dal Mazzini. Il Vico a Ragusa guida la classifica nei Linguistici, seguito a poca distanza dal Verga di Modica. Il Fermi di Vittoria è primo tra gli istituti tecnico-tecnologici, seguito dal Gagliardi e dal Maiorana, entrambi di Ragusa. L’Archimede di Modica primeggia, invece tra i tecnici ad indirizzo economico.

Come sottolinea Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli, «Eduscopio ha successo perché le informazioni che contiene sono frutto di analisi accurate a partire da grandi banche dati, perciò oggettive e affidabili: aiuta chi non si accontenta del «passa parola» e, in modo particolare, quelle famiglie che non possono contare su reti sociali e culturali forti. In questo senso, è anche uno strumento democratico».
Per la nuova edizione di eduscopio.it, Gianfranco De Simone e Martino Bernardi, ricercatori responsabili del progetto, hanno analizzato gli esiti universitari e lavorativi di circa 1.100.000 studenti che si sono diplomati in oltre 6 mila scuole italiane negli anni scolastici 2011/12, 2012/13 e 2013/14.