Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 22:45 - Lettori online 464
RAGUSA - 22/10/2017
Attualità - Determinante l’intermediazione di uno studio legale

Una suora di Ragusa trova 145.000 euro e li dona

L’ufficio postale aveva valutato un importo dimezzato a titolo di rimborso Foto Corrierediragusa.it

Una suora 58enne originaria di Isernia ma da tempo residente a Ragusa si è rivolta allo studio legale dell´avvocato Annalisa De Angelis del Foro di Ascoli Piceno dopo aver trovato casualmente, tra i vecchi ricordi di famiglia, un piccolo "tesoretto". Tutto comincia ad agosto quando la religiosa, sistemando alcuni oggetti di famiglia, in un comò della madre defunta, trova due buoni postali intestati alla stessa, ciascuno del valore nominale di 5 milioni di vecchie lire. Un amico di famiglia della signora si è recato all’ufficio postale dove gli è stato fatto un conteggio del buono postale dalla data di emissione alla data del ritrovamento, con un conguaglio totale di 74 mila 500 euro offerto come rimborso. In realtà ad un più attento esame dei buoni con i relativi tassi di interesse riportati sulla parte posteriore, ci si rende conto che la somma offerta dalle poste è quasi la metà di quella alla quale avrebbe diritto il risparmiatore.

Lo studio legale ha pertanto provveduto a far contabilizzare i buoni da un commercialista ed è risultato un valore attualizzato di 145.000 euro circa alla data della diffida. L´importo rimborsato sarà interamente devoluto in beneficenza.