Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 18 Novembre 2017 - Aggiornato alle 14:57 - Lettori online 975
RAGUSA - 19/10/2017
Attualità - Presenti l’on Morando e la senatrice Padua

Rimborsi sisma 90: ecco le risposte certe

Iniziativa promossa dall’associazione di volontariato Sisma 90 Foto Corrierediragusa.it

Molto partecipata la scorsa settimana nell’auditorium della Camera di Commercio di Ragusa l´assemblea promossa dall’associazione di volontariato Sisma 90, costituitasi a Ragusa per sensibilizzare sulla piena attuazione della legge di stabilità 2015 che, all’articolo 1 comma 665, prevede il rimborso dei contributi versati dai soggetti colpiti dal sisma del dicembre 1990. Un appuntamento reso ancora più importante sul piano istituzionale per la presenza del vice ministro dell’Economia e Finanze Enrico Morando. Presente anche la senatrice Venera Padua, che ha promosso e seguito l’iter della normativa in questione. Tra gli altri aspetti emersi anche il fatto che il vice ministro abbia convenuto con i vari intervenuti sulla necessità di potenziare l’attività degli uffici preposti all’espletamento delle pratiche di rimborso come, tra l’altro, proposto anche dall’associazione Sisma 90. E´ stato anche ricordato che ai lavoratori dipendenti viene riconosciuto il diritto ad essere rimborsati (circostanza che, fino a qualche settimana fa, era stato oggetto di dispute interpretative).

L’on Morando, in qualità di componente del governo nazionale, ha esplicitamente chiarito che saranno individuate, se necessario, ma sarà quasi certamente così, ulteriori risorse economiche in più rispetto a quanto oggi stanziato, vale a dire novanta milioni di euro. Le ulteriori somme serviranno per rifinanziare il fondo destinato ai rimborsi della legge. L’Agenzia delle Entrate, inoltre, non dovrà più opporsi alle sentenze che la vedono soccombente nei vari gradi di giudizio.