Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 24 Novembre 2017 - Aggiornato alle 0:31 - Lettori online 309
RAGUSA - 07/10/2017
Attualità - Suggestive le location del quartiere barocco che sopitano gli spettacoli

Ibla Buskers, il gran finale degli artisti di strada

La manifestazione chiude domenica, è già un successo di pubblico Foto Corrierediragusa.it

Ibla Buskers è entrato nel vivo e si accinge a vivere il momento clou. La 23ma edizione della manifestazione organizzata dall´associazione Edrisi con il contributo del Comune di Ragusa - Assessorato agli Spettacoli, si è aperta con il sempre apprezzatissimo varietà di apertura a Cava Velardo, con le anteprime dei vari spettacoli in programma.

Sono tantissimi gli artisti di questa edizione che offre al pubblico un festival ormai maturo e consolidato. Spettacoli da non perdere, quelli di Ibla Buskers, come nel caso di «Lumie» di Francesco Mirabile, uno spettacolo di verticalismo, scala libera, acrobatica, sfera d’equilibrio e giocoleria. Tante le location per gli artisti di strada: Cava Velardo, la Discesa Mocarda, la Cancelleria, Piazza Repubblica, Largo Sant’Agnese, la Salita Degaspano, il Distretto, ovviamente il Duomo, la Sala Falcone Borsellino, il Cortile Chiaramonte l’Auditorium San Vincenzi Ferreri e il suo sagrato e i Giardini Iblei. Grande attesa quest’anno poi con la riscoperta del Borgo segreto dei Cosentini dove si svolgerà l’intervento artistico del collettivo ocra.

Da non perdere quindi gli spettacoli del Circo Zoè, con «Naufragata», un grande naufragio collettivo al ritmo dei tamburi e sulle note della fisarmonica, tra salti mortali degli acrobati e figure aeree mozzafiato; di Julio Opazo, ginnasta, mago e giocolerie che si presenterà con il personaggio Flash Gonzalez nello spettacolo «Play»; i divertentissimi clown della compagnia Alta Gama; Aimé Morales, con il suo storico personaggio Ai´moko. Ed ancora l’italo-argentino Diego Draghi, attore comico, giocoliere e street performer con «Fuori pista»; Mario Levis con «L’Albero che Suona la Sega», una favola moderna, ecologica e poetica; Giorgio Bertolotti in "Unicycle Dream Man", uno show con momenti di giocoleria frizzante ed evoluzioni tecniche a cavallo di un monociclo gigante; Marcella Meloni ed Enrico Formaggi, i Tandem Flop, che presenteranno lo spettacolo di giocoleria, clownerie e rock’n’roll acrobatico «A ruota libera»; la compagnia Circooltura, composta da Emanuele Occhipinti ed Eva Cermak, con il loro secondo lavoro «Saloon Imaginario», uno show molto visuale, sorprendente e poetico con la corda molle, la Ruota Cyr e l’equilibrio sulle bottiglie e sedie; Urana Marchesini protagonista di «Vai ….. e vola» con continui colpi di scena tra acrobazia teatrale, elementi di giocoleria, equilibrismi con sbarra russa, salti mortali e sputa fuoco e i clown «I nipoti di Bernardone» nello show «Hope! Hope! Hoplà» che farà sorridere l’anima ed il corpo in un misto di poesia, comicità e rigore dall´esito esilarante e garantito. Chiudono il fitto elenco i Bucket Boyz, Andrea Calabrese, Tomi Soko, Focus e lo spettacolo «Flash».

A fare da guide speciali, altra novità di questa edizione, le «Hostress», ovvero Beatrice Niero, Sara Righetto e Anna Marcato che per tutte le giornate del festival daranno informazioni al pubblico, tra canti a cappella e gags. Spazio anche ai bambini, spettatori prediletti di Ibla Buskers, ai quali è dedicata un’altra grande novità di questa edizione: la Kids Circus Zone all’interno dei Giardini Iblei. Sabato dalle 17,00 alle 19.30 e domenica dalle 15,30 alle 18 saranno avviati infatti quattro laboratori per i ragazzi dai 5 anni in su, tutti a numero chiuso, per cui è necessaria la prenotazione al sito del festival (www.iblabuskers.it): si tratta del laboratorio «Club de circo", a cura de L´IOfficina- Elvira Lantieri e realizzato in collaborazione con Esquela de Circo Carampa; «Appesi a un filo di una ragnatela", a cura di Etaerea associazione indipendente; «Maschere Barocche», a cura dell´illustratrice Ambra Cassiba, e "La valigia dei tesori", a cura di Marzia e Sol.

Raggiungere il festival è semplice. Già questo venerdì 6 ottobre, dalle 19.00 e fino all’1.00 e questo sabato 7 ottobre, dalle 19.00 alle 2.30 sarà attivo il consueto servizio a pagamento del bus navetta, con capolinea in via G. di Vittorio – via Epicarmo a Ragusa, che permetterà di raggiungere comodamente Ragusa Ibla. Alcuni spettacoli in programma sono a pagamento (contributo di 3 euro).

Per maggiori informazioni e dettagli sul programma http://www.iblabuskers.it/