Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 23 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 20:20 - Lettori online 733
RAGUSA - 06/10/2017
Attualità - Un caso di buona sanità

Una sarda a Ragusa per un intervento chirurgico

Maria Depperu è stata operata dal dottor Calabrese Foto Corrierediragusa.it

Fa piacere ogni tanto pubblicare una bella notizia di buona sanità, che trae spunto dai sentiti ringraziamento di una donna sarda che si è sottoposta ad un delicato intervento a Ragusa. La donna ha ringraziato l´Asp 7 e tutto il personale medico e paramedico che si è occupata di lei. "Una concreta e fondata testimonianza che, portata a conoscenza, potrà essere di conforto a quanti si trovano nella necessità di un sicuro riferimento che sia garante del diritto primario alla Salute come irrinunciabile prerogativa di ogni persona", ha dichiarato il commissario dell´Asp 7 di Ragusa Salvatore Lucio Ficarra, dopo aver letto la lettera.

«Come mai proprio in Sicilia?» E’ questa la domanda che si è sentita rivolgere Maria Depperu da parenti e amici, ancor prima che le venisse chiesto «Come stai?» La donna portava una medicazione tra l’orecchio e la mascella. Soffriva della Sindrome di Eeagle, una sindrome algica cranio-faciale correlata alla presenza di un processo stiloideo più lungo della norma e/o con direzione anomala e/o di un legamento stilo-iodeo calcificato che irritano le strutture neuro-muscolo-vascolari circostanti.

Ad operare la donna al Maria Paternò Arezzo di Ragusa è stato il dottor Vincenzo Calabrese. Dopo l´intervento, perfettamente riuscito, Maria è rimasta ricoverata in osservazione per altri 4 giorni. Nel momento del commiato, tra la paziente ed il medico è scattato un sentimento di commozione. Una bella circostanza che si aggiunge al buon esito dell´intervento. Così Maria Depperu è tornata nella sua Sardegna, "ambasciatrice" di una sanità di eccellenza, che, almeno stavolta, inorgoglisce la terra iblea e l´intera Sicilia.

Nella foto Maria Depperu e il dottor Vincenzo Calabrese