Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 18 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 0:22 - Lettori online 889
RAGUSA - 10/08/2017
Attualità - Appaltati i lavori, risorse grazie al Pon Cultura e Sviluppo

Cinque milioni per parco archeologico Camarina

Tutta la vasta area sarà resa fruibile con sentieri, cablatura dell’interno complesso e sistemazione del museo Foto Corrierediragusa.it

Quasi cinque milioni per il recupero del Parco Archeologico di Camarina. L’affidamento dei lavori è stato firmato dal sovrintendente ai beni Culturali, Calogero Rizzuto, ed il titolare del consorzio di imprese che si è aggiudicato l’appalto. E’ presumibile che già entro entro l’anno il cantiere sarà aperto. L’intervento sulla vasta zona del parco, come ha avuto modo di sottolineare il parlamentare Pd, Nello Dipasquale, prevede la riqualificazione dei percorsi di visita, in particolare quello che collega il Museo stesso con la zona dell’agorà ampliandolo e abbattendo le barriere architettoniche tramite delle rampe; i camminamenti saranno più larghi consentendo alle carrozzine dei disabili la completa rotazione e agevolandone ogni movimento; saranno sostituite le staccionate e verranno installati nuovi arredi con cestini per i rifiuti in acciaio corten (un materiale resistente agli agenti atmosferici) e sedute in pietra locale. Saranno collocate delle paline informative.

Verranno sostituite le coperture per i resti archeologici e tutto il sistema dell’allestimento per garantire la conservazione dei reperti sia murari che quelli all’interno dell’area museale, compresa la sostituzione del sistema di ancoraggio delle preziosissime anfore conservate presso il museo. Sul piano tecnologico, poi, oltre a una nuova cablatura di tutto il complesso, si provvederà a dotare il Parco di un un software dedicato ai visitatori, un sistema di realtà aumentata per la gestione e la visualizzazione interattiva dei contenuti anche da smartphone e tablet, compreso un tracciamento tramite gps dei movimenti dell’ospite della struttura per un nuovo modo, innovativo, di fruire di una visita turistica».