Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 30 Maggio 2017 - Aggiornato alle 0:47 - Lettori online 534
RAGUSA - 17/05/2017
Attualità - L’assessore ha incontrato gli amministratori di condominio

Ripartizione interna consumi idrici

Un ulteriore incontro si terrà il 30 maggio per eventuali osservazioni Foto Corrierediragusa.it

Buone nuove per gli inquilini dei condomini di Ragusa alle prese con i consumi idrici. Martedì pomeriggio, in sala giunta, l’assessore alle risorse economiche e patrimoniali Stefano Martorana (foto), insieme al dirigente del Settore tributi Francesco Scrofani ed alla responsabile del servizio Rosalba Criscione, ha incontrato gli amministratori di condominio per affrontare il tema della ripartizione interna dei consumi idrici per utenze condominiali. Da parte dell’amministrazione comunale è stato ribadito che il Servizio idrico integrato intende attuare quanto previsto dalla deliberazione n. 218/2016/R/idr dell´Autorità per l´energia elettrica, il gas ed il servizio idrico integrato, intraprendendo tutte le iniziative idonee ad attuare soluzioni volte a garantire alla singola utenza il diritto alla disponibilità al dato di consumo nel caso di utenze aggregate.

Infatti gli amministratori di condominio o i delegati, in caso di condominio non costituito, possono, a seguito di pubblicazione degli atti e del modulo per inoltrare istanza, aderire al servizio di ripartizione dei consumi interni fatturati alle utenze condominiali. In tal modo ad ogni singolo condomino verrà recapitata una fattura idrica con addebitati i consumi individuati secondo il metodo di ripartizione indicato con deliberazione dell´assemblea condominiale. «In tal modo – specifica l’assessore Martorana - intendiamo favorire una maggiore responsabilizzazione del singolo utente sia all´uso corretto della risorsa idrica che al pagamento puntuale del canone idrico». Un ulteriore incontro è stato fissato per il prossimo 30 maggio per perfezionare il disciplinare ed il modello d’istanza e valutare eventuali osservazioni.