Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 21 Agosto 2017 - Aggiornato alle 0:17 - Lettori online 356
RAGUSA - 13/02/2017
Attualità - Un gesto di solidarietà che inorgoglisce il territorio ibleo

Volontari ragusani in Abruzzo devastato

Il sindaco Luzii felice di aver conosciuto queste persone speciali Foto Corrierediragusa.it

Diversi giorni al buio, senza energia, senza luce, senza riscaldamenti. Il maltempo che ha colpito il territorio ibleo nelle scorse settimane non è stato minimamente paragonabile a quello che ha messo in ginocchio diverse parti d’Italia. In Abruzzo, in particolare, l’emergenza causata dalle condizioni climatiche ha messo a dura prova interi paesi. Neve, pioggia, fango hanno fatto vivere nel terrore intere comunità per giorni. Abbiamo sentito parlare abbastanza dell’emergenza che diverse città hanno dovuto fronteggiare ma ascoltare il racconto di chi ha provato ad aiutare concretamente questi territori riempie d’orgoglio l’intera area iblea. Sono diversi, infatti, gli operatori di E Distribuzione di Ragusa che hanno prestato – e che prestano tuttora - il loro servizio in Abruzzo. Oltre una settimana di interventi in provincia di Teramo, notte e giorno, hanno permesso alla gente del posto di riprendere la quotidianità visto che l’energia elettrica mancava ormai da giorni.

«Abbiamo subito detto di sì alla richiesta di aiuto dalle zone colpite dal maltempo – ha raccontato al Corriere di Ragusa Salvatore Retrime, operaio di E distribuzione – Abbiamo operato in contesti molto difficili, in mezzo alla neve, al buio, con temperature rigide. La situazione che abbiamo trovato a Sant’Omero, in provincia di Teramo, non è stata tra le più semplici: in circa dieci giorni abbiamo cercato di risolvere quanti più guasti possibili visto che i nostri colleghi del posto, da soli, non riuscivano più a fronteggiare una simile emergenza. Insieme a noi, infatti – ha aggiunto Salvatore Retrime – sono arrivati operatori di E distribuzione da tutta Italia».

Un intervento importante quello svolto dalla squadra ragusana che ha permesso a diverse famiglie di riavere l’elettricità. «Siamo orgogliosi di aver dato aiuto in Abruzzo – ha sottolineato Ignazio Mallia - Contrariamente a quanto riportato dai media, la gente ha apprezzato il nostro lavoro, senza sosta e in condizioni pessime, sia di giorno che di notte». Tanti infatti i ringraziamenti che gli operatori hanno ricevuto: il primo cittadino di Sant’Omero, in primis, ha voluto elogiare personalmente gli operai per il lavoro svolto, per il prezioso contributo che hanno apportato in condizioni drammatiche.

«Siamo orgogliosi – ha detto il sindaco Andrea Luzii (nella foto insieme agli operai ragusani) di avere conosciuto uomini veramente speciali che hanno lavorato in condizioni climatiche molto difficili per molte ore al giorno, anche di notte. Sono stati i dipendenti di E Distribuzione, come Ignazio Mallia, Salvatore Retrime, Luciano Gianní e Angelo Fracanzino, a salvarci da una situazione veramente drammatica. Un abbraccio da tutta Sant´Omero riconoscente per il loro lavoro. Un doveroso ringraziamento anche ad un ex dipendente Enel, Vincenzo Angelini, grande conoscitore degli impianti elettrici del nostro territorio che, con la sua esperienza e disponibilità, ha accorciato i tempi di ripristino della normalità, stando sempre al fianco degli altri elettricisti». Ci sono storie che meritano di essere raccontate, e questa è sicuramente una di quelle.