Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 21 Settembre 2018 - Aggiornato alle 15:21
RAGUSA - 03/01/2013
Attualità - Un investimento di 5 milioni e mezzo di euro a favore dei 320mila assistiti

Asp: archiviazione digitale immagini radiologiche

I vantaggi generati da questo sistema saranno molteplici con indubbie ricadute sul risparmio di gestione e sul miglioramento del servizio

Nel corso del nuovo anno tutti i presidi sanitari della provincia saranno messi in rete per la gestione, la condivisione e l´archiviazione digitale delle immagini radiologiche. E´ questo il sistema Ris/Pacs (Radiological information system/Picture archiving and communication system), per l´implementazione del quale l´Asp ha stanziato un fondo di 5milioni e mezzo di euro. I vantaggi generati da questo sistema saranno molteplici con indubbie ricadute sul risparmio di gestione e sul miglioramento del servizio per i 320mila assistiti di tutta la provincia.

Le immagini digitali metteranno definitivamente in soffitta le vecchie pellicole, le lastre di antica memoria, e permetteranno una più agevole archiviazione su supporto digitale, cd capaci di raccogliere diverse centinaia di immagini. Soprattutto, sarà possibile recuperare le immagini e le informazioni cliniche, i referti, con maggiore rapidità, fornendo agli specialisti, presenti sul territorio, tutte le informazioni necessarie di tipo diagnostico e clinico, anche a distanza di tempo.

La messa in rete, infine, dei presidi sanitari periferici, sei appunto, con l´Azienda provinciale, compresi i Pta (Presidi territoriali di assistenza) e i Ppi (Punti di primo intervento), se dotati di un centro di diagnostica per immagini, garantirà la reperibilità e la continuità, h24, del medico radiologo direttamente da remoto, rendendo l´intervento più rapido e alleggerendo le liste di attesa.

A questi vantaggi, si affiancano, poi, quelli generati dalla spinta economica, che iniziative così importanti possono dare al sistema delle imprese Ict, per la maggior parte Pmi giovani e di nuova generazione, cui spetterà l’implementazione del progetto in ambito locale.