Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 24 Novembre 2017 - Aggiornato alle 0:31 - Lettori online 460
POZZALLO - 25/08/2017
Attualità - In mattinata la visita di Antonio Tajani alla sede operativa di Frontex

Presidente Parlamento europeo in visita a Catania e Pozzallo

All’hotspot accompagnato dal prefetto, il sindaco Roberto Ammatuna poco convinto Foto Corrierediragusa.it

Tappa siciliana per il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani (foto). Prima a Catania per una visita alla base operativa di Frontex e poi nel pomeriggio a Pozzallo dove il Presidente, accompagnato dal prefetto Maria Carmela Librizzi, ha visitato l’hotspot. Poco più di mezzora per incontrare anche il sindaco Roberto Ammatuna, i responsabili delle Forze dell’ordine e rendersi conto di persona della capacità operativa dell’hotpsot. Una visita di cortesia e di presa d’atto che non ha convinto il sindaco Ammatuna che si sarebbe aspettato qualche proposta da parte di Tajani perché la città assolva nel miglior modo il suo compito di avamposto dell’accoglienza nel Mediterraneo.

A Catania il Presidente del Parlamento Europeo ha parlato del ruolo di Frontex: "L’impegno di Frontex dimostra fisicamente ciò che può fare l’Europa. Questo non basta. Bisogna fare molto di più. Bisogna investire in Libia sempre di più, bloccare il corridoio libico così come è stato fatto per il corridoio balcanico, così da impedire che la Puglia rischiasse di diventare luogo di presenza eccessiva di immigrati. Bisogna lavorare molto di può in Africa. Il problema oggi è di qualche migliaio di persone. Domani sarà di milioni di persone".