Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 19 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 18:25
MODICA - 08/08/2018
Attualità - Sono trascorsi i 3 mesi dalla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea

Nessuna obiezione al marchio Igp per il cioccolato di Modica

Massima soddisfazione dal consorzio per la tutela del cioccolato modicano Foto Corrierediragusa.it

Igp per il cioccolato di Modica in dirittura d’arrivo. Sono infatti trascorsi i 3 mesi dalla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea della domanda di registrazione della Igp, avvenuta l’8 maggio. In questo lasso di tempo avrebbero dovuto essere presentate obiezioni da parte di organismi deputati dei vari stati membri dell’Unione Europea. Non essendo state registrate comunicazioni ufficiali la Commissione regolamenti procederà con la registrazione del nome «Cioccolato di Modica» a Indicazione geografica protetta entro l’autunno. Per il Consorzio degli artigiani del cioccolato massima soddisfazione, come rileva il direttore Nino Scivoletto, che ha perseguito nel tempo l’obiettivo Igp con una fase di preparazione documentale ampia che ha dato il via all’istruttoria nel giugno 2017 che è poi sfociata nel primo via libera della Commissione Ue arrivato lo scorso maggio.

Nel documento pubblicato a suo tempo sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea si legge il cioccolato di Modica «ha origine nella città di Modica, l’area di produzione «è rappresentata dall’intero territorio amministrativo del comune di Modica». Non ci potranno, dunque, essere più aziende che producono in Veneto o Umbria o anche in altre città siciliane perché tutto il processo di lavorazione dovrà avvenire nell’ambito dei confini comunali.
Si legge ancora nel documento Ue: «La denominazione «Cioccolato di Modica» designa esclusivamente il prodotto ottenuto dalla lavorazione della pasta amara di cacao con zucchero. Al momento dell’immissione al consumo il «Cioccolato di Modica» presenta le seguenti caratteristiche: a parallelepipedo rettangolare con i lati rastremati a tronco di piramide. Peso non superiore a 100 gr. Pasta di colore marrone con evidente granulosità per la presenza di cristalli di zucchero all’interno del prodotto. Visibile eventuale affioramento del burro di cacao sulla superficie esterna. Caratteristiche organolettiche Gusto dolce con nota di amaro. Percezione di granulosità o sabbiosità. Buona fusibilità in bocca e struttura croccante. Caratteristiche chimiche Tenore minimo di sostanza secca di cacao: non inferiore al 50 %; Tenore minimo di burro di cacao: non inferiore al 25 %. Umidità: non superiore al 2,5 %».