Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 20 Giugno 2018 - Aggiornato alle 18:30
MODICA - 10/03/2018
Attualità - Il "polmone verde" nel cuore del quartiere d’Oriente

Villa Cascino agli antichi splendori e fruibile a Modica

Per il sindaco Abbate "Mantenere in uno stato decoroso le aree a verde è un obbligo per chi amministra" Foto Corrierediragusa.it

Un "polmone verde" nel cuore del Quartiere Dente: è la Villa Cascino (foto) che, grazie ai recenti interventi di manutenzione predisposti dall’amministrazione comunale di Modica, è tornata pienamente fruibile per tutti i cittadini. Un luogo storico non solo per i residenti del popoloso quartiere, ma anche un simbolo di Modica che negli anni era stato abbandonato completamente a se stesso. La struttura è stata completamente ripulita, sia nei locali che nel parco adiacente, e lo spettacolo che si presenta ai visitatori è completamente diverso rispetto a quello di qualche tempo fa. «Purtroppo a Modica abbiamo poche aree a verde - dice il sindaco Ignazio Abbate - e mantenere in uno stato decoroso quelle esistenti è un obbligo ancora più pressante per chi amministra. L’obiettivo è quello di rilanciare in grande stile la struttura e in questo siamo stimolati anche dalle richieste che ci sono pervenute da parte di alcune associazioni che si sono dette disponibili a gestirla, tenendola aperta e curandone la periodica manutenzione. Stiamo ascoltando e valutando queste richieste - ice il sindaco - cercando di trovare la soluzione migliore per tutta la cittadinanza perché Villa Cascino non diventi più un simbolo di incuria ed abbandono ma torni a rivestire quel ruolo di aggregazione sociale che ha sempre ricoperto nella storia recente del quartiere Dente. Per il momento - conclude il primo cittadino - è stato il comune, tramite l’Assessore Lorefice, a prendersene cura e riportarla agli antichi splendori».