Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 21 Giugno 2018 - Aggiornato alle 15:11
MODICA - 17/02/2018
Attualità - Per il triennio 2018-2020

Approvato Piano triennale opere pubbliche a Modica

Ora bisognerà approntare per molte di esse i progetti di massima e poi passare a quelli esecutivi Foto Corrierediragusa.it

Il Piano triennale per le opere pubbliche 2018-2020 è realtà. La giunta Abbate lo ha approvato e l’elenco è corposo, ben 114 opere sono state inserite nel documento di programmazione edilizia ed urbanistica. Ora bisognerà approntare per molte di esse i progetti di massima e poi passare a quelli esecutivi per avere qualche possibilità di accedere a finanziamenti e quindi alla realizzazione delle opere. Le condizioni finanziarie dell’ente non consentono di attingere a fondi del bilancio comunale e, come ribadisce lo stesso sindaco, l’amministrazione farà di tutto per attingere a finanziamento esterni per realizzare almeno le opere che sono in cima alla lista dei desideri. Alcune di queste per via di risorse già acquisite o in via di accreditamento sono realizzabili. In particolare l’efficienza energetica di alcuni edifici scolastici come il plesso S.Teresa, Cannizzara, Piano Gesù e Giovanni Falcone. Grazie ai fondi ex Insicem si potrà intervenire per ammodernare e rendere funzionale l’asse del Polo Commerciale.

Altri fondi regionali sono in arrivo per la villetta di via Silla al S. Cuore mentre grazie ai fondi assegnati dalla Protezione civile sarà possibile risolvere il problema della copertura del torrente S. Liberale e la rete della condotta acqua bianche nella via Gianforma che negli anni ha creato problemi. Nel piano dell’amministrazione ci sono poi i parcheggi di piazza S. Giovanni, via S. Cuore e via del Laghetto e nella stessa frazione marinara si ipotizza una pista ciclabile che collegherà con Maganuco. Il recente accordo di Agenda Urbana sottoscritto insieme al comune di Ragusa dovrebbe portare all’assegnazione di fondi che l’amministrazione vuole destinare al completamento del Palazzo dei Mercedari, alla riqualificazione del parcheggio di piazzale Falcone Borsellino, il recupero dell’ex mattatoio comunale di via Fontana e la sua trasformazione in «Città dei Bambini», il completamento del centro diurno per anziani, il restauro dell’albergo dei poveri a Modica Alta e la realizzazione di un centro Alzheimer.

Nei programmi del sindaco anche la manutenzione del secondo e terzo piano del Palazzo degli studi di corso Umberto I (foto). La delibera arriverà in consiglio per essere poi approvata definitivamente. Poi comincerà la parte strettamente tecnica e finanziaria ed i programmi, come avvenuto in altre annualità, subiranno delle variazioni più o meno significative.