Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 25 Maggio 2018 - Aggiornato alle 15:41
MODICA - 08/02/2018
Attualità - Il capogruppo consiliare di Adesso Modica si fa portavoce del malcontento generale

Gugliotta: "L´ufficio tecnico di Modica non funziona come dovrebbe"

Avanzata dal consigliere una serie di proposte per ovviare ai disservizi Foto Corrierediragusa.it

L´ufficio tecnico di Modica non funziona come dovrebbe: è l´opinione del capogruppo consiliare di Adesso Modica Claudio Gugliotta (foto), che, a questo proposito, ha scritto al sindaco Ignazio Abbate. "Come Lei ben saprà - scrive Gugliotta - tale ufficio è frequentato ogni giorno da una moltitudine di tecnici che portano avanti le diverse pratiche per nome e conto di centinaia di cittadini, vuoi per l´espletamento di lavori ex novo, vuoi per la presentazione di pratiche riguardante le ristrutturazioni, vuoi per la semplice presentazione di pratiche occorrenti per l´apertura di nuove attività commerciali. Alla luce di ciò, delle varie segnalazioni a me pervenute, e da vari sopralluoghi effettuati negli uffici stessi - prosegue il consigliere comunale - ho riscontrato difficoltà da parte dei dipendenti nel fronteggiare il normale espletamento delle varie pratiche che ricevono quotidianamente (mediamente con un numero di 20/30 fra Scia/Cil/Cila) con conseguente accumulo di ritardo per la consegna stessa.

Avanzo pertanto la proposta del rinnovo dell´incarico ai sette tecnici esterni (con contratto già scaduto da un anno) per la definizione del condono (legge 47/85 e 724/94). Propongo inoltre un aumento del personale per l´istruzione progetti e un ulteriore aumento del personale per la definizione pratiche condono edilizio (legge 326 del 2003). In merito a questa problematica - conclude Gugliotta - chiedo dunque all´amministrazione e al suo rappresentante principale il Sindaco che al più presto si arrivi ad una soluzione definitiva della problematica".