Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 21 Maggio 2018 - Aggiornato alle 19:41
MODICA - 31/01/2018
Attualità - Increduli e indignati i presenti, molti dei quali sono andati via dalla chiesa

"Non mettete soldi in centesimi nelle offerte, il Signore non li accetta"!

La notizia ha rapidamente fatto il giro della città Foto Corrierediragusa.it

"Non mettete soldi in centesimi nelle offerte perchè il Signore non li accetta"! Lo avrebbe detto don Mario Martorina, parroco della parrocchia di San Filippo, nel corso di un funerale che si stava celebrando nella chiesa Cuore Immacolato Crocevie di Modica, buttando le monetine fuori dalla chiesa, dopo averle trovate nel cestino. "Mi avete sfidato e io le getto via", avrebbe detto il sacerdote, uscendo fuori dalla chiesa, dinanzi agli attoniti fedeli, e buttando per terra le monetine. Ha dell´incredibile quanto accaduto. Una storia decisamente singolare che in breve tempo ha fatto il giro della città, passando di bocca in bocca. Nel corso della cerimonia funebre, al momento delle offerte, il prete avrebbe pronunciato queste parole: "Chiunque abbia fede deve pensare questo: se il Signore venisse a casa vostra a chiedervi di fare un regalo a vostro fratello, voi cosa fareste? Regalereste pochi centesimi? Ecco, immaginate che ci sia il Signore a passare tra i banchi e che i soldi li steste dando a lui. Mi raccomando, il Signore non accetta i centesimi». Don Martorina aveva fatto riferimento ad un precedente episodio in cui un fedele, tutt´altro che povero, aveva donato appena un centesimo, ledendo, con quel gesto, nella visione di don Martorina, la dignità dei poveri.

Tornando al discusso episodio, il sacerdote si fa consegnare quindi il cesto con le offerte e, anziché continuare con la funzione religiosa, versa il contenuto sull’altare, prende una monetina in mano e la alza al cielo, rimproverando: «Allora volete sfidarmi, non avete compreso il senso di quanto vi avevo detto poc´anzi»? Ed ecco il colpo di scena che nessuno si sarebbe mai aspettato: il sacerdote attraversa la navata della chiesa, oltrepassa il feretro e getta la moneta fuori dal portone principale. Dai banchi arrivano nel frattempo parole pesanti e d´indignazione all´indirizzo del prete, mentre i parenti del defunto si infuriano. La signora che aveva donato la monetina non gradita dal prete, invece, scoppia in lacrime. Scene surreali che risultano ancora più grottesche, se si pensa al fatto che si sono verificate nella Casa del Signore.

In molti si quindi si sono alzati indignati, abbandonando la chiesa e funerale ancora in corso, rinunciando alla comunione e alla conclusione della cerimonia funebre, che comunque arriva tra mille difficoltà e tra lo sgomento generale di quanti erano ancora rimasti. I parenti del defunto hanno dunque atteso il prete fuori dalla chiesa, apostrofandolo in malo modo. Una circostanza incredibile che, come accennato, ha fatto rapidamente il giro della città e a cui si stenta a credere. Il caso, approdato alla Diocesi di Noto, ha fatto registrare le scuse dello stesso vescovo, Monsignor Antonio Staglianò. Anche lo stesso don Mario Martorina si è scusato, definendo l´accaduto come "Un gesto dettato dall´impulsività".