Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 15 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 20:10
MODICA - 12/01/2018
Attualità - Il distacco dalla sommità del luogo di culto

Turisti stranieri in visita quando sono venuti giù pezzi di intonaco nella chiesa di San Giorgio a Modica: nessun ferito

Il cedimento è l’effetto di un sintomo di malessere della muratura Foto Corrierediragusa.it

A San Giorgio cadono pezzi. Alcuni calcinacci e pietre sono caduti dalla sommità della chiesa, per la precisione dalla navata destra antistante la cappella, dove è custodito il simulacro di San Giorgio. Il cedimento si è verificato poco dopo le 13, mentre in chiesa erano in visita alcuni turisti stranieri, che, tuttavia, si trovavano nella navata centrale e che quindi non hanno corso nessun rischio. Non si sono verificati per fortuna quindi danni a persone, ma il cedimento del materiale ha superato l’ostacolo della rete di protezione che era stata posta proprio allo scopo.

Insieme al materiale staccatosi, con alcune pietre delle dimensioni di una mela, è venuta giù anche una parte dell’apparato pittorico della navata, seppure in una porzione limitata. Il cedimento è l’effetto di un sintomo di malessere della muratura che nella parte retrostante la chiesa registra da tempo evidenti segni di umidità. Non è forse un caso che le piogge e il cattivo tempo dell’inverno abbiano potuto accelerare la frattura nella volta.