Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 21 Gennaio 2018 - Aggiornato alle 21:26 - Lettori online 514
MODICA - 04/12/2017
Attualità - La kermesse al via nel giorno dell’Immacolata per un fine settimana molto dolce

ChocoModica da venerdì per un dolce fine settimana. I dubbi del Pd

Il sindaco risponde alle perplessità dell’opposizione: "Tutto in regola e sarà un altro successo" Foto Corrierediragusa.it

E’ la settimana di ChocoModica ma le polemiche sono iniziate già da qualche giorno per le modalità di organizzazione di questa edizione. L’amministrazione comunale ha difatti «appaltato» una serie di servizi scegliendo di affidarsi al Consorzio di Tutela del Cioccolato Modicano. L’organismo (il cui statuto pare peraltro non preveda l’organizzazione di simili eventi) si occuperà degli appuntamenti gastronomici e di intrattenimento e potrà contare su un contributo di 45 mila euro che l’amministrazione comunale verserà allo stesso Consorzio per i servizi resi, utilizzando una parte dei soldi introitati grazie alla tassa di soggiorno. La decisione di sindaco e giunta non ha convinto il Pd, che, con il suo capogruppo consiliare Carmelo Cerruto, ha chiesto al sindaco Ignazio Abbate di fare chiarezza innanzitutto su quali degli eventi sono stati finanziati e, soprattutto, di spiegare come ha fatto l’amministrazione a stanziare 45 mila euro quando la legge sugli Enti locali stabilisce che per gli affidamenti diretti (come nel caso in oggetto) non si devono superare i 40 mila euro.

Il sindaco, da noi interpellato, ha risposto: «E’ vero che la somma complessiva stanziata è di 45 mila euro, ma, nello specifico, si tratta di 40 mila più altri 5 mila di Iva e quindi è tutto a posto perché rientriamo nei parametri di legge. Abbiamo dovuto affidare alcune attività al Consorzio di tutela – aggiunge il primo cittadino – anche perchè chi avrebbe dovuto occuparsi dell’organizzazione dell’evento, come concordato almeno un anno fa, all’ultimo momento si è tirato indietro, praticamente con un preavviso pressochè nullo. Pagheremo il Consorzio per le fatture che ci presenterà – conclude il sindaco – e non è detto che tocchino per forza tutti i 40 mila euro, visto che molti eventi sono stati finanziati da sponsor privati».

In effetti la società che aveva avuto un incarico triennale per l’organizzazione di ChocoModica ha deciso di non continuare più l’esperienza ed il sindaco si è trovato sul tavolo una comunicazione della rinuncia per supposte inadempienze pregresse da parte dell’amministrazione. Dettagli sui quali il sindaco intende sorvolare, concentrandosi piuttosto sull’evento: «Sarà una edizione da ricordare, abbiamo tante adesioni ed avremo tante personalità che ci hanno detto di volere venire. Per noi – ribadisce Abbate – sarà un onore».