Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 25 Novembre 2017 - Aggiornato alle 23:34 - Lettori online 513
MODICA - 09/10/2017
Attualità - Da piano del traffico rivoluzionato alla scaletta degli eventi in programma

Tutto pronto per l´arrivo del Principe Alberto II di Monaco oggi a Modica (che però cenerà a Ragusa). Ecco quel che c´è da sapere

E per l’arrivo si Sua Altezza Serenissima tutti in vacanza (anche i dipendenti comunali) Foto Corrierediragusa.it

E’ cominciata da Palermo la tre giorni del Principe Alberto II di Monaco in Sicilia. E’ una visita privata e non di Stato che si concluderà mercoledì mattina a Modica dopo che Sua Altezza Serenissima avrà attraversato tutta l’isola per recarsi martedì a Mazzarino. Il principe è accompagnato dalla moglie, Charlene, che sarà presente a tutti gli appuntamenti fissati dal protocollo dettato dall’ambasciatore Robert Fillon che dallo scorso maggio lavora all’organizzazione della visita. Stamane nell’aula magna della Scuola Politecnica dell’Università di Palermo è stata conferita ad Alberto di Monaco la Laurea Honoris Causa in Ecologia Marina. Il prorettore Fabio Mazzola e Michelangelo Gruttadauria, Presidente della Scuola di Scienze di Base e Applicate, hanno letto la motivazione ed a seguire Antonio Mazzola, direttore del Dipartimento di Scienze delle Terra e del Mare ha letto la laudatio. Il Principe Alberto II di Monaco ha tenuto la sua lectio magistralis su «La mer et l’homme, des menaces aux promesses». (Il mare e l’uomo, dalle minacce alle promesse») su un tema che gli sta molto a cuore e che lo vede impegnato sul fronte della salvaguardia dell’ambiente.

Il viaggio alla riscoperta dei luoghi che legano la famiglia Grimaldi alla Sicilia comincerà a Mazzarino dove il principe sarà nella mattinata di martedì per il conferimento della cittadinanza onoraria da parte del sindaco del centro nisseno, Vincenzo Marino. Tra i titoli di cui la casa Grimaldi si fregia c´è anche quello di Duca di Mazzarino, avuto nel 1777 quando una discendente del cardinale Mazzarino sposò il principe Onorato IV Grimaldi di Monaco. Il principe Alberto andrà alla basilica Madonna del Mazzaro e a Santa Caterina Villarmosa, dove ci sono altre tracce del suo casato.

Le tappe modicane della visita cominciano nel pomeriggio di oggi quando la delegazione monegasca arriverà alle 16.30. Alberto di Monaco e consorte saranno ricevuti dal sindaco Ignazio Abbate a Palazzo S. Domenico. Poi il saluto alla città nell’aula consiliare di Palazzo S. Domenico. Il principe si dirigerà quindi a Palazzo della Cultura per una visita al Museo del Cioccolato, dove alcuni maestri artigiani mostreranno dal vivo il processo di lavorazione della barretta. L’ultima visita sarà a Palazzo Grimaldi dove sarà presentata la mostra sulla famiglia Grimaldi ed il presidente della Fondazione, Giuseppe Barone, farà dono di una edizione reprint del libro «L’ idea del cavaliere gerosolimitano mostrata nella vita di Fra’ Agostino Grimaldi e Rosso» pubblicata a Messina nel 1662 con dedica al cardinale Gerolamo Grimaldi arcivescovo d’ Aix en Provence della linea genovese dei Cavalleroni da cui discende il ramo modicano del casato. Il principe ed il suo seguito si sposteranno a piedi tra i tre siti e certamente approfitteranno per salutare i tanti cittadini che vorranno seguire la visita dell’illustre ospite.

La giornata si concluderà con una cena in un ristorante stellato di Ibla che è stato scelto personalmente da Alberto II. Una scelta che ha lasciato un po´ l´amaro in bocca ai modicani, come si evince da numerosi post su Facebook. Vi parteciperanno i rappresentanti istituzionali, tra cui il sindaco ed il prefetto. La giornata di mercoledì sarà dedicata alle visite della chiesa di S. Giorgio, direttamente legata ai Grimaldi; qui la delegazione arriverà alle 8.45. Subito dopo è prevista la visita del Castello dei Conti che sarà inaugurato per l’occasione. Sarà l’ultimo atto della visita a Modica che attende con curiosità ed interesse la prima visita di un Capo di Stato straniero. La città veste per l’occasione il vestito della festa. Aiuole e verde pubblico sono stati curati nei minimi particolari, con la piantumazione di fiori ed essenze. Il Palazzo degli Studi è stato dotato di una illuminazione esterna che valorizza l’imponenza dell’edificio, il Palazzo della Cultura è stato imbiancato ed abbellito per l’occasione.

IL PIANO DEL TRAFFICO A MODICA
In occasione della visita di Alberto II di Monaco il Comando della Polizia municipale ha emesso un’ordinanza per regolamentare la circolazione e la sosta nel centro storico. Martedì dalle 14 alle 20 è stato istituito il divieto di sosta (con rimozione forzata) nel tratto compreso tra Piazza Rizzone e la via Garibaldi. Dalle 15 sarà anche interdetta la circolazione nello stesso tratto. Le stesse modalità sono previste anche per il tratto compreso tra piazza Municipio e la piazza Mazzini su Via Marchesa Tedeschi. Cambieranno dunque anche i percorsi degli autobus urbani ed extraurbani che non potranno attraversare il corso Umberto nelle ore interessate.

Mercoledì dalle 7 alle 13 non si potrà circolare in Corso S. Giorgio ed è previsto anche il divieto di sosta lungo l’arteria dii collegamento con Modica Alta. Per motivi di sicurezza il sindaco ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado nella giornata di mercoledì.

TUTTI IN VACANZA PER L´ARRIVO DEL PRINCIPE (ANCHE GLI IMPIEGATI COMUNALI)
Arriva il Principe Alberto di Monaco, studenti e impiegati ringraziano. Scuole e uffici comunali resteranno infatti chiusi e sarà per tutti un giorno di vacanza, non messo in conto, e quindi più gradito. I comunali che lavorano a Palazzo S. Domenico e al Palazzo della Cultura resteranno a casa martedì prossimo perchè i due edifici dovranno essere «bonificati» per l’arrivo dell’illustre ospite. Mercoledì saranno tutti gli studenti delle scuole della città, sezioni rurali comprese, a godersi la vacanza, visto che il sindaco ha ritenuto opportuno di alleggerire il traffico nella mattinata di mercoledì soprattutto nel centro storico, dal momento che la delegazione monegasca andrà in visita alla chiesa di S. Giorgio alle 8.30 e poi al Castello dei conti, aperto per l’occasione dopo i lavori di restauro. Piuttosto che restare a dormire e riposare gli studenti sono stati invitati dal sindaco a recarsi a S. Giorgio per fare da cornice a principe e consorte. Il Principe arriverà in città nel pomeriggio di martedì, quando sarà ricevuto dal sindaco a Palazzo S. Domenico. A seguire un incontro protocollare nell’aula consiliare.

La giornata modicana del Principe Alberto si chiuderà a Ragusa Ibla in un noto ristorante stellato dove il ristretto numero di invitati cenerà con Sua Altezza Serenissima. La conviviale era stata prevista in un primo momento a Palazzo Grimaldi a Modica, ma l’indisponibilità a cucinare fuori dalla propria sede da parte del titolare del ristorante ha indotto a cambiare location. Altro cambio di programma riguarda il pernottamento della delegazione. Il Principe aveva chiesto una struttura con vista sulla città barocca e la chiesa di s. Giorgio in primo piano. Motivi di sicurezza hanno sconsigliato questa opzione e dirottato invece il principe Alberto e consorte su un albergo della cintura urbana con vista sull’anello stradale della Ragusa-Pozzallo.