Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 24 Novembre 2017 - Aggiornato alle 0:31 - Lettori online 483
MODICA - 06/10/2017
Attualità - Ecco il programma e i fuori programma

Tutti in vacanza a Modica per la visita del Principe Alberto di Monaco

Rivoluzionata anche la viabilità Foto Corrierediragusa.it

Arriva il Principe Alberto di Monaco, studenti e impiegati ringraziano. Scuole e uffici comunali resteranno infatti chiusi e sarà per tutti un giorno di vacanza, non messo in conto, e quindi più gradito. I comunali che lavorano a Palazzo S. Domenico e al Palazzo della Cultura resteranno a casa martedì prossimo perchè i due edifici dovranno essere «bonificati» per l’arrivo dell’illustre ospite. Mercoledì saranno tutti gli studenti delle scuole della città, sezioni rurali comprese, a godersi la vacanza, visto che il sindaco ha ritenuto opportuno di alleggerire il traffico nella mattinata di mercoledì soprattutto nel centro storico, dal momento che la delegazione monegasca andrà in visita alla chiesa di S. Giorgio alle 8.30 e poi al Castello dei conti, aperto per l’occasione dopo i lavori di restauro. Piuttosto che restare a dormire e riposare gli studenti sono stati invitati dal sindaco a recarsi a S. Giorgio per fare da cornice a principe e consorte. Il Principe arriverà in città nel pomeriggio di martedì, quando sarà ricevuto dal sindaco a Palazzo S. Domenico. A seguire un incontro protocollare nell’aula consiliare.

La giornata modicana del Principe Alberto si chiuderà a Ragusa Ibla in un noto ristorante stellato dove il ristretto numero di invitati cenerà con Sua Altezza Serenissima. La conviviale era stata prevista in un primo momento a Palazzo Grimaldi a Modica, ma l’indisponibilità a cucinare fuori dalla propria sede da parte del titolare del ristorante ha indotto a cambiare location. Altro cambio di programma riguarda il pernottamento della delegazione. Il Principe aveva chiesto una struttura con vista sulla città barocca e la chiesa di s. Giorgio in primo piano. Motivi di sicurezza hanno sconsigliato questa opzione e dirottato invece il principe Alberto e consorte su un albergo della cintura urbana con vista sull’anello stradale della Ragusa-Pozzallo.