Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 17 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 10:54 - Lettori online 658
MODICA - 12/08/2017
Attualità - Il problema del mancato refrigerio è stato risolto in breve tempo

Arrivano i "Pinguini" al "Maggiore"!

Nel frattempo i degenti più gravi, specie quelli non autosufficienti, erano stati spostati in altri reparti Foto Corrierediragusa.it

E´ stato risolto con i "Pinguini" il problema della mancata climatizzazione in alcune stanze dell’ala vecchia dell’ospedale "Maggiore" (non più di una decina) quasi tutte concentrate nel reparto di ortopedia, dove si "boccheggiava" in questi giorni di caldo estremo. Il problema era stato causato del guasto all’impianto di climatizzazione, più vecchio e non centralizzato rispetto a quello del nuovo padiglione, che invece funziona a meraviglia. Una situazione che non interessa solo il nosocomio modicano, ma anche altri del territorio ibleo, a macchia di leopardo, mettendo a dura prova la «resistenza» di medici, infermieri, pazienti e familiari di questi ultimi. Un problema al quale, come ci aveva assicurato al telefono il direttore sanitario del "Maggiore" Piero Bonomo, si è posto rimedio con l´installazione dei climatizzatori portatili (i cosiddetti "Pinguini") per assicurare refrigerio in attesa che le squadre di tecnici addetti alla manutenzione, operative in tutti gli edifici Asp dove sono stati segnalati i malfunzionamenti degli impianti fissi, li aggiustino in via definitiva.

Al "Maggiore", quindi, la situazione si è normalizzata, prima dell’arrivo della nuova ondata di calore prevista per le prossime ore. I degenti più gravi, specie quelli non autosufficienti, erano stati temporaneamente spostati dall’ortopedia in altri reparti, dove la climatizzazione non aveva fatto registrare problemi.

Nella foto l´ospedale Maggiore