Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 22 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:23 - Lettori online 632
MODICA - 17/07/2017
Attualità - Il sindaco e il presidente del consiglio comunale di Ispica si rivolgono al Cas

Chiuso cantiere autostrada

La Cgil ha chiesto al prefetto di convocare subito il tavolo tecnico istituito per affrontare i problemi sul tappeto Foto Corrierediragusa.it

Cantiere chiuso sulla Modica-mare, all’altezza dell´incrocio per contrada Zappulla (foto). L’attraversamento del cavalcavia è bloccato per una controversia con il comune di Modica che non ha provveduto ancora alla viabilità alternativa. Una vecchia questione, oggetto peraltro di un recente incontro in prefettura, e che si somma ad altri significativi intoppi, come la rimozione di cavi dell’alta tensione e di pali della luce in territorio di Ispica, oltre allo spazio dell’area «Moresca» dove è in atto un contenzioso per l’esproprio del terreno, che hanno indotto la Cosedil impresa, che sta realizzando i tre lotti della Rosolini-Modica dell’autostrada Siracusa-Gela, a dichiarare che da mercoledì, se non ci saranno novità, i cantieri aperti, e non solo quello di Zappulla, resteranno chiusi. A rischio ci sono 400 posti di lavoro, l’indotto, e l’allungamento dei tempi per la realizzazione dell’opera.

Già con queste premesse il cronoprogramma già fissato, che prevedeva i primi due lo lotti aperti in corso del 2018, si allungano e la Cgil ha chiesto al prefetto di convocare subito il tavolo tecnico istituito per affrontare i problemi sul tappeto.

INTERVENGONO MURAGLIE E ROCCUZZO SULLA VICENDA
Con una lettera inviata al Consorzio Autostrade Siciliane, il sindaco Pierenzo Muraglie e il Presidente del Consiglio Giuseppe Roccuzzo hanno espresso la loro profonda preoccupazione per il rischio di fermo dei lavori autostradali della Rosolini – Modica, dopo aver appreso e appurato che motivi prettamente burocratici potrebbero esserne la causa. "Crediamo - si legge nella noto - che l’interesse della collettività rispetto ad un’opera infrastrutturale storica per la nostra provincia possa rappresentare il filo conduttore comune per scongiurare la chiusura del cantiere. Il blocco del cantiere autostradale configurerebbe una sciagura per l’intero territorio ibleo, ed in particolare per quello di Ispica, dove sono in corso di realizzazione numerose opere e dove sono concentrati diversi lavoratori che al momento assistono con apprensione e con il timore della perdita dell’occupazione.

Occorre uno sforzo comune – concludono il sindaco e il presidente del consigli – affinchè ciascuno secondo il proprio ruolo contribuisca a trovare soluzioni per portare avanti quella grande opera attesa da decenni, sicuro motore di sviluppo per l’intera area iblea".