Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 24 Maggio 2017 - Aggiornato alle 17:09 - Lettori online 746
MODICA - 12/03/2017
Attualità - Proposte che coinvolgano i cittadini

Proposta dei grillini sulle aree a verde di Modica

Importante per i grillini il supporto della società civile Foto Corrierediragusa.it

Interviene il movimento 5 stelle di Modica, in seguito agli ultimi atti vandalici avvenuti al parco S. Giuseppe Timpuni (foto), con proposte che coinvolgano i cittadini su un progetto generale di valorizzazione e uso delle aree verdi. Mentre proseguono le indagini per risalire ai responsabili dei danneggiamenti al parco, i pentastellati ritengono che, come già fatto in altri comuni siciliani più virtuosi, si debbano mettere in atto delle politiche di coinvolgimento della cittadinanza, per favorire il rispetto e la valorizzazione di tutti gli spazi pubblici cittadini, con il recupero dei parchi strappandoli dal degrado. Quello che auspicano è un ‘patto’, tra il Comune e gli organismi di partecipazione diretta dei cittadini alle decisioni politico-amministrative. I grillini ritengono concreta la possibilità di un’azione di riqualificazione urbana, ambientale, sociale, esaltando competenze, capacità progettuali, a tutela e promozione delle aree comuni, coinvolgendo la comunità alla gestione della cosa pubblica, incentivando le piccole imprese del territorio e il turismo.

Importante per il M5S il supporto della società civile e di tutti coloro possiedono già competenze nel settore e che vogliono mettersi a disposizione della città per cancellare il degrado dai luoghi dove vivono e con progetti di interventi per ottenere i fondi strutturali comunitari 2014-2020, da destinare alla riqualificazione e alla rigenerazione urbana e sociale del patrimonio ambientale, storico-culturale, immobiliare e degli spazi pubblici comunali, può essere il motore di questa iniziativa. Un’iniziativa, insomma, che vuole incentivare la coesione sociale e culturale, per far crescere in ogni cittadino la consapevolezza che il bene pubblico va ottimizzato, promuovendo anche la conservazione e il miglioramento dello stesso.

Ha collaborato Melania Abbate