Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 31 Ottobre 2014 - Aggiornato alle 0:22 - Lettori online 818
Dove sei: Prima pagina > Attualità > Modica > Alberghiero Modica: studenti e docenti s´improvvisano ... Continua


Attualità
MODICA - 07/03/2011
Modica: singolare iniziativa all´istituto professionale

Alberghiero Modica: studenti e docenti s´improvvisano imbianchini

Soddisfatti il dirigente scolastico Giuseppe Tumino, il vice preside Orazio Licitra, e le docenti Astrid Ragusa e Marisa Scivoletto, colpiti dalla partecipazione degli oltre 450 studenti
Foto CorrierediRagusa.it

Quando studenti, docenti e collaboratori scolastici dimostrano uno spiccato attaccamento alla loro scuola, sopperendo, gratuitamente, alle mancanze delle istituzioni, bloccate dalla carenza di fondi. E’ la sintesi della due giorni di lavori di manutenzione nelle aule, con un occhio all’aspetto didattico, che si è svolta la scorsa settimana all’istituto alberghiero «Principi Grimaldi».

L’iniziativa originale è stata chiamata «Una pennellata di cultura». La provincia ha elargito un contributo di 700 euro per l’acquisto del materiale utile a dipingere le pareti della sezione staccata di via Sorda Sampieri, visto che la convenzione con il privato che ha locato l’edificio all’ente di viale del Fante non prevede questo genere d’interventi. 40 banchi e decine di sedie che mancavano all’alberghiero, sono stati messi a disposizione dalla vicina sede del liceo artistico.

Soddisfatti il dirigente scolastico Giuseppe Tumino, il vice preside Orazio Licitra, e le docenti Astrid Ragusa e Marisa Scivoletto, colpiti dalla partecipazione degli oltre 450 studenti che compongono le 18 classi dell’alberghiero, tra la sede principale di piazzale Fabrizio e quella staccata di via Sorda Sampieri. E tra una pennellata e l’altra ai muri delle aule, che ha visto impegnato anche uno studente diversamente abile carico di buona volontà, c´è stato spazio per la proiezione di film e l’organizzazione di conferenze tematiche su democrazia a libertà. Infine la redazione di uno statuto democratico con gli articoli ritenuti fondamentali dai ragazzi, che, improvvisandosi giornalisti, hanno documentato la due giorni con filmati e articoli.

Foto di Maurizio Melia e Luca Migliore


consiglia questa news sulla ricerca di Google.