Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 20 Novembre 2017 - Aggiornato alle 14:38 - Lettori online 1052
ISPICA - 14/01/2017
Attualità - Si deve bloccare la costruzione già in corso

Non s´ha da fare quel ripetitore di telefonia a Ispica

Lo rende noto Gianni Stornello, capogruppo del Partito Democratico Foto Corrierediragusa.it

Il Consiglio comunale di Ispica, nella seduta di venerdì sera, ha approvato un Ordine del giorno presentato dai consiglieri di maggioranza e dal consigliere di minoranza Carmelo Denaro. L’amministrazione comunale si assume l’impegno di bloccare la costruzione già in corso di un ripetitore di telefonia mobile in contrada Crocifia, e, in collaborazione con la società interessata, di cercare un sito diverso e che non abbia problemi di impatto ambientale e lontano dal centro abitato. Difatti l’opera, come ha specificato Gianni Stornello (foto), capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale, sorge in una zona importante dal punto di vista ambientale, all’ingresso di cava Salvia, proprio a ridosso di un ‘area che il vigente piano paesaggistico interdice a qualsiasi tipo di costruzione di impianti del genere. Inoltre il ripetitore rappresenta una fonte d’inquinamento elettromagnetico e l’ordine del giorno, a tal proposito, impegna l’amministrazione comunale a richiedere all’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) il monitoraggio dei campi elettromagnetici in atto esistenti nella zona.