Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 17 Gennaio 2019 - Aggiornato alle 23:10
COMISO - 20/12/2018
Attualità - Ne dà notizia il vicesindaco con delega ai Lavori pubblici Roberto Cassibba

Presentato il progetto di rifacimento della piscina comunale

Tutti i lavori previsti saranno realizzati il prima possibile Foto Corrierediragusa.it

Presentato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Segretariato Generale – Ufficio per lo Sport per essere finanziato il progetto esecutivo riguardante «Lavori di rigenerazione della copertura e degli impianti della piscina comunale di Comiso». Ne dà notizia il vicesindaco con delega ai Lavori pubblici Roberto Cassibba il quale ha precisato si cercherà di attingere alle risorse finanziarie del Bando Sport e Periferie anno 2018. Il progetto, per un importo complessivo di 400.000 euro e 270.000 euro di lavori, riguarda il rifacimento della copertura della piscina che sarà costituita da nuove lastre di lamiera di aluminio coibentata, previo trattamento del tavolato di perline con prodotti antimuffa e impregnante all´olio di lino, con l´istallazione sulla stessa di un impianto fotovoltaico da 18 Kwp e una serie di interventi negli spogliatoi, servizi igienici e docce con pitturazione con materiale idoneo antimuffa.

«La Piscina comunale negli ultimi anni ha avuto più interventi manutentivi finalizzati a risolvere problemi di infiltrazione d´acqua in più parti della copertura a causa dello svellimento della lamiera del tetto prodotto da forti raffiche di vento – ha spiegato il vicesindaco Cassibba -. Altro grave problema è stato rappresentato dalla condensa che si produce all´interno dell´impianto. Ciò ha generato un fastidioso ritorno di goccioline generato dai vapori generati dalla vasca poiché nella copertura era stato inserito materiale non traspirante come il polietile pesante che ora sarà dismesso. Anche lo stato degli spogliatoi, docce e servizi igienici non era ottimale giacché tali locali presentano muffe in molte parti. É il motivo perché abbiamo deciso di intervenire anche su di essi per migliorare la fruibilità dal punto di vista igienico sanitario e della sicurezza.

Continua, pertanto, l´impegno incessante dell´Amministrazione Schembari in tema di opere pubbliche che, in questi ultimi sei mesi stanno registrando un rilancio vigoroso se raffrontato agli ultimi anni. Mi riferisco al progetto di sistemazione di via Papa Giovanni XXIII per la canalizzazione dell´acqua piovana, a quello per la realizzazione di un parcheggio nell´ex mercato di corso Ho Chi Min, a quello relativo alla bretella di collegamento tra via Lagrange e via Villafranca per consentire di bypassare l´attuale sottopassaggio precluso ai mezzi pesanti per problemi di altezza». Il progetto è stato redatto dall´Area 4 settore 2 dell´Ufficio tecnico comunale di cui è dirigente l´ing. Nunzio Micieli, il progettista è l´architetto Giovanni Mustaccio, il responsabile unico del procedimento il geom. Giuseppe Cilia.