Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 18 Novembre 2017 - Aggiornato alle 15:50 - Lettori online 750
COMISO - 29/03/2017
Attualità - Affidarne la gestione a privati o no?

Un referendum per il futuro del cimitero di Comiso

Bisogna far decidere direttamente i cittadini Foto Corrierediragusa.it

Da settimane ormai si discute delle sorti del cimitero di Comiso e nello specifico se affidarne la gestione a privati o no. Il consiglio comunale casmeneo ha così approvato il ricorso al referendum, ed in tal modo sceglieranno i cittadini. La vicenda, lo ricordiamo, vede da una parte l´amministrazione Spataro che ha proposto la privatizzazione del cimitero, affidando tramite concessione, per 25 anni, la gestione dei servizi cimiteriali ad una società privata. In questo modo si potrebbero impiegare gli introiti per ampliare il cimitero casmeneo e realizzarne uno nuovo a Pedalino. Dall´ altra parte, però, alcuni della maggioranza, come il gruppo "Ora si cambia" con l´opposizione non ci stanno. Come da loro asserito, all´inizio di marzo, questo graverebbe sulle economie dei cittadini e propongono, invece, nuove soluzioni alternative. Precedentemente, infatti, Forza Italia Giovani aveva proposto come alternativa alla privatizzazione, la possibilità di vendere, su carta, aree per cappelle, o locare o vendere gli spazi per le attività economiche di un cimitero e così troverà le risorse necessarie.

L´opposizione ha così alla fine, proposto l´istituzione di un referendum, per far decidere direttamente i cittadini. Lunedì questa tematica è stata oggetto del dibattito della civica assise casmenea e in conclusione è stata approvata all´unanimità la mozione presentata dall´opposizione. Il referendum per decidere sul sistema cimiteriale Comiso- Pedalino si farà, ma deve essere economicamente sostenibile. Una commissione composta dai rappresentanti di tutti i gruppi consiliari sarà nominata e sceglierà il quesito referendario di tipo risolutivo, da sottoporre ai comisani redigendo, inoltre, il regolamento e un piano dei costi, che dovrà attenersi al minimo. Il presidente del consiglio, Gigi Bellassai ha, inoltre, presentato la mozione, che poi ha avuto esito favorevole, per l´approvazione della bozza di convenzione e dei restanti documenti, in modo che si potrà poi approvare il progetto cimiteriale definitivo.

Ha collaborato Margherita Leone