Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 13:02 - Lettori online 925
COMISO - 21/01/2017
Attualità - Era nato a Tripoli nel 1928 da genitori comisani, aveva mantenuto forti legami con la città

Comiso piange scomparsa scultore Nino Caruso

Lutto cittadino in concomitanza dei funerali che si tengono a Roma. Impegno del sindaco per la collezione donata Foto Corrierediragusa.it

Lo scultore e ceramista Nino Caruso (foto) è morto a Roma all’età di 88 anni. Caruso era nato a Tripoli nel 1928 da genitori comisani ma da giovanissimo si era trasferito a Comiso città cui era fortemente legato nonostante da tempo si fosse trasferito a Roma. Il sindaco Filippo Spataro ha dichiarato per oggi, giorno dei funerali che si tengono nella chiesa degli Artisti di piazza del Popolo nella Capitale, il lutto cittadino.

Nino Caruso tornava a Comiso con regolarità fino a qualche tempo fa sia per motivi familiari sia per mostre. Aveva deciso di donare un centinaio delle sue opere, tra scultore e pezzi in ceramica Raku, di cui Caruso era maestro, al Comune e il consiglio comunale aveva deliberato di ospitare le sue opere in un’ala dell’ex mercato ittico. L’esposizione sarà presentata in primavera così come confermato dal sindaco dopo avere superato le tante pratiche burocratiche per l´allestimento dello spazio difronte alla biblioteca "Bufalino. Risale al 2010 l’ultima mostra di Nino Caruso in città organizzata dalla Pro Loco.