Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 18 Novembre 2017 - Aggiornato alle 14:57 - Lettori online 819
COMISO - 27/12/2016
Attualità - Quasi 9 milioni di euro di investimenti facendo ricorso a imprese private

Comiso: si amplia cimitero e uno nuovo a Pedalino

L’amministrazzone intende così rispondedere alla crescente richiesta di spazi Foto Corrierediragusa.it

Quasi 9 milioni di euro per ampliare il cimitero e la costruzione di uno nuovo a Pedalino. L’amministrazione intende soddisfare con i due progetto la domanda di loculi che per il momento è insoddisfatto. Sui tavoli dell’ufficio comunale preposto ci sono infatti 800 domande per la concessione di nuovi spazi presso il cimitero comunale. L’amministrazione conta di costruire un nuovo cimitero nella frazione di Pedalino grazie ad un project financing. Sorgerà in contrada Bosco Cicogne e sarà affidato in gestione privati per 25 anni.

L’investimento sarà di due milioni 700 mila euro. Il ricorso a privati è una scelta dell’amministrazione per non contrarre il mutuo ed accelerare i tempi. L’impresa cui sarà concessa l’area dotata di tutte le infrastrutture, viabilità, acqua, luce e servizi vari, realizzerà le opere all’interno del cimitero ed un particolare assicurerà spazi per 3224 sepolture (400 in colombari, 47 cappelle, 160 edicole, 540 monumentini) e 800 metri quadri di campi di inumazione. Nel nuovo cimitero di Pedalino, che costerà secondo il progetto sei milioni 100 mila euro, si prevedono 3948 sepolture (960 in colombari, 49 cappelle, 150 edicole, 600 monumentini).

La scelta di affidare la gestione dei due cimiteri ai privati per 25 anni ha provocato le critiche del M5S che con le due parlamentari parlando di scelta inopportuna e di un prevedibile aumento di costi per le famiglie. E’ probabile che l’argomento sia oggetto a breve di dibattito in consiglio comunale.