Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1221
RAGUSA - 10/01/2008
Agenda - Ragusa - La manifestazione ha chiuso i battenti con un bel bilancio

Gran successo per "Sciapitò":
coinvolgimento dei giovani

«La sperimentazione ha dato i risultati sperati" Foto Corrierediragusa.it

Bilancio più che lusinghiero per Sciapitò, l’iniziativa che dal 27 dicembre al 6 gennaio si è tenuta ai giardini di Villa Margherita, sostenuta dal Comune di Ragusa, assessorato al Turismo, promossa dall’associazione culturale Edrisi e da Santa Briganti, con il supporto di Cirque Allant Vers. Un bilancio positivo testimoniato dalle presenze, sempre numerose e variegate, ad una iniziativa che, seppur alla prima edizione, ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per poter diventare un appuntamento fisso delle festività natalizie nel capoluogo. Le favole al circo, rivolte ai bambini tra i quattro e i sei anni, i concerti, gli happy hour, le performance teatrali, i workshop di giocoleria e di tecniche dello spettacolo in strada, le presentazioni di libri e le video animazioni hanno costituito un piatto ricco di ingredienti che hanno attirato l’attenzione di un pubblico eterogeneo.

«La sperimentazione ? afferma il presidente di Edrisi, Francesco Pinna ? ha dato i risultati sperati soprattutto perché siamo riusciti a coinvolgere giovani e meno giovani. Certo, si è trattato della prima edizione e tante cose sono migliorabili. Ma riteniamo che lo spirito del progetto sia stato apprezzato e condiviso da chi, da tanti anni, segue con interesse le performance di Ibla buskers. Dentro, ci abbiamo messo la stessa anima». Tra le esibizioni che hanno riscosso particolare successo, quella di Sebastian Guz e di Allant Vers. «Si tratta ? aggiunge il presidente Pinna ? di veri e propri artisti di strada, di improvvisatori, in grado di interagire col pubblico in qualsiasi condizione, che hanno ravvivato ancor più le ore serali di Sciapitò. E poi l’esperienza del tendone ha contribuito a rendere tutto ancora più permeato da un’atmosfera magica. Da non dimenticare, inoltre, l’iniziativa dei workshop seguiti con attenzione da quanti, per la prima volta, hanno deciso di accostarsi al mondo dello spettacolo in strada. Un settore che vale la pena di approfondire per i riscontri ottenuti».

Grande la soddisfazione anche del consigliere comunale delegato al Turismo, Filippo Angelica, che ha sostenuto l’iniziativa. «Abbiamo ottenuto ? dice ? il risultato che ci aspettavamo che, per quanto ci riguarda, in prima battuta era quello di proseguire nell’opera di valorizzazione del centro storico di Ragusa superiore. Non è stato semplice anche per le avverse condizioni atmosferiche. Ma, complessivamente, posso affermare che si è trattato di un buon lavoro. E poi non dobbiamo dimenticare che nostro interesse è stato quello di affiancare, agli artisti provenienti da fuori, anche artisti locali che hanno così potuto mettere in vetrina, ancora una volta, la loro eclettica capacità nei campi di propria competenza. Sciapitò è così diventato davvero un luogo di incontro che speriamo presto di ripetere».