Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 929
POZZALLO - 24/07/2009
Agenda - Pozzallo: il presidente dell’Arcigay nazionale sarà nella cittadina marinara

Pozzallo si prepara al Gay day, Grillini ospite d´onore

Questa seconda edizione sarà articolata in tre giornate
Foto CorrierediRagusa.it

Sarà Franco Grillini, il presidente dell’Arcigay nazionale, l’ospite d’onore della seconda edizione del «Gay Day», la manifestazione che chiama a raccolta il mondo gay e lesbo e che, nello scorso anno, ha radunato nel centro rivierasco di Pozzallo qualcosa come tremila persone fra omosessuali, lesbiche e molti curiosi. Una seconda edizione che, quest’anno, sarà articolata in tre giornate, così come ha riferito in conferenza stampa, ieri, Salvatore Milana, il presidente della sezione iblea di «Arcigay».

Ecco il programma. Mercoledì 29 luglio, apertura del «Gay Day» con l’esposizione della mostra fotografica «Omocausto – Lo sterminio dimenticato degli omosessuali», mostra fotografica documentario che ha anche ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, Giorgio Napoletano (inizio alle 16,30 spazio cultura «Meno Assenza). Giovedì 30 (sempre al «Meno Assenza ma con inizio alle 19), proiezione del film documentario sull’esilio degli omosessuali durante l’epoca fascista «Caccia alle streghe», seguirà un cineforum. Opera prodotta da Anna Scerrino, che sarà presente, altresì, presso lo spazio cultura. Venerdì 31, ultimo giorno, due eventi caratterizzeranno la serata. Alle 20, il docente di pedagogia dell’università di Palermo, Rosario Burgio, presenterà la sua ultima fatica letteraria «Mezzi maschi». Alle 22, inizio spettacoli, in piazza delle Rimembranze, a cura dell’Arcigay di Catania e di Agrigento.

"Abbiamo scelto nuovamente Pozzallo – ha detto Milana – per due motivi. La città rivierasca ha un alto numero di presenze gay e lesbo all’interno della propria comunità e credo che Pozzallo rappresenti la meta estiva ideale per proporre qualcosa di propositivo per il mondo omosessuale. Qualcuno, lo scorso anno, aveva manifestato il proprio dissenso per questa manifestazione? A memoria, ricordo che tutti i pozzallesi ci hanno ben voluto ed io, durante la manifestazione, ho visto tanta gioia nei volti di chi era arrivato in questo lembo di terra. Noi siamo per la pace e la fratellanza, le manifestazioni «parallele» le lasciamo agli altri". La manifestazione è patrocinata dalla provincia di Ragusa e dal comune di Pozzallo.