Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 775
POZZALLO - 06/06/2009
Agenda - Pozzallo: a partire da mercoledì prossimo

Pozzallo: al via il 2° memorial "Gianni Criscione"

La manifestazione in ricordo del ragazzo pozzallese prematuramente scomparso due anni fa a causa di una malattia rara

Dal 10 al 26 giugno, a Pozzallo, si svolgerà la seconda edizione del memorial "Gianni Criscione", il ragazzo pozzallese prematuramente scomparso due anni fa a causa di una malattia rara. Il programma della manifestazione, organizzato dall´associazione polisportiva dilettantistica "Gianni Criscione", in collaborazione col comune di Pozzallo, prevede una serie di incontri di calcio a cinque, dove si daranno battaglia 12 squadre della provincia di Ragusa.

Il torneo sarà inizialemente suddiviso in due gironi da sei squadre, un girone di sole squadre pozzallesi e un altro con formazioni che provengono dalle città di Scicli, Ispica e Modica. il 10 giugno, calcio d´inizio della prima partita (ore 20) fra la squadra "Amici di Gianni" e la squadra "L´artiginale". Presenti alla conferenza stampa di presentazione, l´organizzatore dell´evento, Salvatore Modica, i genitori di Gianni Criscione, l´assessore comunale, Luca Ballatore, e il direttore artistico della programmazione estiva 2009.

Tutti gli incontri si disputeranno presso la palestra comunale, sita in via dello Stadio. Se la palestra dovesse ospitare gli immigrati sbarcati a Pozzallo, gli incontri saranno dirottati presso la palestra della scuola media superiore istituto tecnico commerciale. La finale sarà disputata giorno 26 giugno, alle ore 20, alla presenza di alcuni esponenti della politica locale, i quali saranno impegnati nella premiazione delle squadre che hanno partecipato alla manifestazione.

"Al di là dell´evento - ha sottolineato Modica - c´è la volontà di ricordare un ragazzo che giocava nella squdra di calcetto della nostra associazione e che il destino ci ha tolto senza alcun motivo. E´ un modo come un altro, altresì, di non dimenticare le qualità di questo piccolo giocatore, legatissimo ai suoi compagni i squadra e al mondo del calcio".