Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 1061
MODICA - 06/05/2010
Agenda - Modica: a cura dell’associazione "La Sorgente"

Modica: evocativi abiti ottocenteschi in mostra a villa Fondolongo

Sotto l’egida della Fondazione Giovan Pietro Grimaldi
Foto CorrierediRagusa.it

L’associazione «La Sorgente» ha organizzato questo fine settimana una mostra di abiti in stile ottocentesco, già utilizzati per la realizzazione del calendario «Scatti d’autore in Val di Noto».

Location d’eccezione è stata Villa Fondolongo a Modica, di proprietà della Fondazione Giovan Pietro Grimaldi, dove la mostra ha registrato un notevole numero di visitatori. Nelle sale dell’antica residenza estiva di Giovan Pietro, Magnifico Rettore dell’Università di Catania, sono stati esposti gli abiti e i relativi scatti fotografici.

Lungo il percorso espositivo frasi di alcuni degli autori più rappresentativi della letteratura siciliana hanno fatto da cornice e illustrato le foto che li raffigurano, con un appropriato sottofondo musicale. Gli abiti sono stati creati e realizzati dagli stilisti Antonio Palermo e Gisella Salonia, mentre la scelta dei testi letterari è stata curata dalla prof.ssa Grazia Dormiente.

La mostra ha aperto ufficiosamente villa Fondolongo, dando al pubblico un’anteprima delle manifestazioni che, dopo l’inaugurazione ufficiale che si terrà in estate, daranno il via alle attività del centro culturale polivalente diretto dall’associazione «La Sorgente» di Pozzallo e sotto l’egida della Fondazione Giovan Pietro Grimaldi.

All’inaugurazione hanno partecipato il Sindaco di Pozzallo e il Presidente della Fondazione, prof. Orazio Sortino che si ritiene moto soddisfatto della scelta della Villa Fondolongo per ospitare la mostra che ha dato la possibilità a numerosi visitatori di ammirare una struttura che diverrà centro polivalente e luogo di cultura, storia e tradizioni del nostro territorio.