Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:16 - Lettori online 1044
MODICA - 31/05/2017
Agenda - Dalle 9 a piazzale Bruno

Sensibilizzazione su autismo con la "Casa delle farfalle"

A cura dell’associazione "Raggio di sole" Foto Corrierediragusa.it

L´associazione "Raggio di sole" presenta nuovamente la passeggiata di sensibilizzazione e consapevolezza sull´autismo per domenica 4 giugno a Modica, con la partecipazione di tutti i mezzi a due ruote, comprese le biciclette. "Due ruote per l´autismo" si replica quindi dopo che il primo tentativo era stato rovinato lo scorso aprile dal maltempo. Concentramento alle 9 a piazzale Bruno e partenza un´ora dopo attraverso il seguente percorso: piazzale Bruno, via della Costituzione, via Resistenza Partigiana, via Risorgimento,via Peppino Impastato,viale Alcide de Gasperi, via Nazionale, corso Umberto, via Modica Ragusa, via San benedetto da Norcia fino al belvedere della città al quartiere Dente per fare foto di gruppo e dopo si torna indietro su via Modica Ragusa fino a piazza Matteotti, dove sarà presente l´associazione per compiere opera di sensibilizzazione.

In piazza alle 11 si terrà uno spettacolo canoro del coro Mariele Ventre e a mezzogiorno uno spettacolo di danza offerto dalla Melody dance di Modica. Per i più piccoli sarà installato tutti il giorno un "gonfiabile" a uso gratuito mentre nello stand dell´associazione saranno offerti caffè, biscotti e bibite. All´evento parteciperanno vari club di biciclette come il club Carlo Papa di Modica e altri vari club ciclistici, anche di fuori provincia,

Accanto alle bici saranno presenti club motociclistici di Modica come il club Ducati, il club Harley Davidson e vari vespa club di città vicine come Ragusa, Scicli e Ispica. Ci sarà anche la partecipazione della polizia di stato con due sue moto. Alla partenza verranno consegnati una maglietta da indossare per lo svolgimento della manifestazione e gadget vari. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti grandi e piccini.

"CASA DELLE FARFALLE" PARTNER DELL´INIZIATIVA
Un sostegno economico per un’iniziativa di beneficenza conclude l’edizione 2017 della Casa delle Farfalle di Modica che chiude domenica 4 giugno. Si è infatti deciso, donando parte dei biglietti proprio di questi ultimi giorni, di sostenere l’iniziativa promossa dall’associazione «Raggio di Sole Onlus» che ha organizzato per domenica prossima una passeggiata di sensibilizzazione sull’autismo aperta a tutti i mezzi a due ruote. Coloro che visiteranno la Casa delle Farfalle avranno così modo non solo di meravigliarsi all’interno di questo vero e proprio angolo di paradiso, ma anche di contribuire automaticamente all’iniziativa benefica promossa dalla onlus modicana. Ultimi giorni, dunque, per abbandonarsi alla bellezza della natura all’interno dell’area dell’ex convento in piazza Matteotti a Modica, a conclusione di un percorso iniziato tre mesi fa. Un’edizione straordinaria, con molte novità e un grande riscontro di pubblico, quella che sta per concludersi.

In tantissimi hanno infatti visitato la casa in questi mesi trovandola di grande interesse anche per le iniziative che sono state realizzate all’interno, dalle merende per bambini ai laboratori educativi e didattici per le scolaresche, fino agli appuntamenti esclusivi delle Notti delle Farfalle per i più grandi. Tutti estasiati dalla magia che questo luogo incantato riesce a creare: centinaia le variopinte farfalle tropicali che volano e avvolgono i visitastori e che fino al 4 giugno sono ospitate all’interno di habitat appositamente creato per loro. Ma la «Casa delle Farfalle», l’unica in Italia ad essere stata allestita in un contesto urbano, ha compreso anche la «Casa degli Insetti», il «Giardino botanico», la «Casa degli Aromi» e la «Casa delle Api».

Nessuno riesce a resistere al grande fascino di questa struttura, quest’anno con uno spazio triplicato per un’esperienza ancora più emozionante. In tanti si stanno affrettando in questa ultima fase per visitare la casa prima della sua chiusura e non manca chi ha deciso di ritornarci nuovamente, per poter apprezzare ancora una volta dal vivo la particolarità del progetto e immergersi tra i colori e le sfumature delle farfalle e degli altri suoi «abitanti». Proprio per questo motivo venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 giugno la «Casa delle Farfalle» osserverà l’orario continuato dalle 9 alle 19. Informazioni al numero telefonico 3357878895.

Intanto si è concluso il contest online promosso da Ecodep, l’azienda siciliana che da oltre 20 anni è al servizio dell’ambiente. Nelle scorse settimane lo scultore Sergio Cimbali, artista del Centro di Aggregazione Culturale di Ragusa diretto da Amedeo Fusco, ha realizzato una scultura con materiale riciclato raffigurante una farfalla gigante poggiata su di un fiore. Tramite la votazione online è stata data la possibilità di indicare il nome. A vincere è stato il nome «Ecofly» proposto dalla chiaramontana Daniela Lucifora che si è così aggiudicata ben 4 biglietti per poter accedere alla Casa delle Farfalle.

ECCO L´ASSOCIAZIONE "RAGGIO DI SOLE"
L’associazione "Raggio di Sole" si occupa principalmente di promuovere ed organizzare iniziative di formazione rivolti agli operatori socio-sanitari, agli insegnanti, alle famiglie al fine di operare meglio nei confronti di questi soggetti specialmente nei primi anni di vita; organizzare iniziative quali convegni e conferenze per far conoscere la malattia e le più avanzate tecniche di intervento riabilitativo grazie alla collaborazione dell’associazione di professionisti «Aba Community», che da anni opera nel settore; promuovere ed organizzare attività ludico-sportive, occupazionali e riabilitative al fine di contribuire all’integrazione del soggetto autistico in attività che gli permetteranno di inserirsi nella società; promuovere ed organizzare servizi dedicati quali centri diurni, strutture residenziali nell’ottica del «dopo di noi».