Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 685
MODICA - 18/08/2008
Agenda - Modica - Nel suggestivo proscenio del duomo di San Giorgio

Modica: "Tranquilli" sulla scalinata

Lo spettacolo stasera alla sommità della scalinata Foto Corrierediragusa.it

Tranquilli!!!’? perché il tempo scorre. ?Tranquilli!!!’ perché nella vita bisogna inseguire la serenità. ?Tranquilli!!!’ perché la tranquillità va spesso ricercata con tanto affanno ed è difficile trovarla?Tranquilli!!!’ è il nome del protagonista dell’omonimo spettacolo scritto, diretto e interpretato da Andrè Casaca, attore brasiliano, regista e clown dal 1986, che andrà in scena stasera alle 21.00 nella suggestiva cornice della scalinata del Duomo di S. Giorgio.

«Lo spettacolo è una caricatura dell’uomo - ha detto Casaca - che trascorre la vita cercando di trovare in tutto ciò che fa la sua tranquillità. Il personaggio è comico, surreale pur nel suo vissuto quotidiano caratterizzato dalla ricerca vana della serenità. ? da ciò che scaturisce la comicità, a volte anche il grottesco, alternato ad altri momenti persino romantici che caratterizzano l’esistenza umana».

Un po’ come i Sei personaggi in cerca d’autore pirandelliani, Tranquilli secondo il suo creatore è un personaggio che si è fatto da sé: «Lo stimolo iniziale - ha detto Casaca - è stato proprio quello di sentire la presenza di un personaggio apparentemente tranquillo, che per assurdo influenzava i miei atti del quotidiano. Ho sentito allora che parte di queste attitudini suggerivano la nascita di un personaggio che comicamente rispecchiava non solo la mia caricatura, ma anche quella dell’uomo che vive in funzione della società che lo stressa».

Il protagonista è un tipo strano come in fondo a volte lo è ciascun uomo, è molto stravagante e fantasioso e attraverso i suoi gesti che vengono presentati come usuali applica la fantasia alla realtà: ad esempio Tranquilli usa il pennello per pettinarsi, e non suona un classico strumento musicale, ma la trombetta della sua inseparabile bicicletta. Un personaggio che quindi affascina anche i bambini utilizzando il linguaggio universale del non verbale, che veicola messaggi e trasmette emozioni.

«Una comità, la sua - ha detto il regista - che resta sempre in bilico tra il tragico e il comico, non sforando nella battuta da cabaret, ma invitando alla riflessione grandi e piccini. Lo spettacolo, infatti, nato dalla collaborazione tra l’Associazione Culturale Microscena e Otto Teatro Ricerca Teatrale, sostiene l’idea di un teatro in cui alla base sta la ricerca, e l’attore è il centro, il punto principale, ed è anche lo strumento per la concretizzazione dell’idea con la fisicità del corpo come veicolo primario d’espressione attraverso un linguaggio non verbale.

In ?Tranquilli!!!’ - ha concluso Casaca - l’identificazione del personaggio con la tranquillità non rispecchia un singolo aspetto che possa essere riconosciuto da un determinato pubblico, ma privilegia la comunicazione globale».