Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1340
MODICA - 10/08/2008
Agenda - Modica - In spiaggia a Marina il primo «San Lorenzo Moon Live»

Modica: la notte di San Lorenzo

Una non-stop di musica rock dal vivo in città ed al mare Foto Corrierediragusa.it

La notte di S. Lorenzo all’insegna della musica. Gruppi di giovani musicisti si esibiranno fino all’alba sulla spiaggia di Marina di Modica per intrattenere quanti vorranno trascorrere la notte a cielo aperto.

L’amministrazione vuole così scongiurare anche il pericolo di fuochi ed azioni vandaliche sulla spiaggia in una notte considerata ad alto rischio per il gran numero di giovani che decidono di fare le ore piccole. E’ successo già negli anni precedenti con i falò che hanno deturpato ed insozzato con tizzoni e resti di legna bruciata l’arenile sia di Marina di Modica sia di Maganuco.

L’amministrazione ha inteso anche creare un polo di attrazione per i tanti giovani che risiedono nella località balneare e che lamentano la mancanza di iniziative per intrattenere le fasce più giovani costrette così ad emigrare verso altri lidi come Sampieri e Marina di Modica.

Il via ai concerti sarà dato alle 22 per quella che è stata definita « S.Lorenzo Moon Live»; per l’occasione è stata realizzata una piattaforma in legno al centro della spiaggia sulla quale si esibiranno quattro gruppi locali. Ad aprire la serata « Whisky & Gloria» con Luca e Daniele Savarino, Giulio Scivoletto Mauro Belluardo e Francesca Nigro con musica rock e punk. Seguirà il gruppo « Hanabi» con un programma di musica metal e pezzi originali per l’interpretazione di Daniele Savarino, Antonio Forni, Pierangelo Iozzia, Simone Agosta e Mauro Belluardo.

I «Ritmya» propongono invece di musica commerciale, blues e rock italiano con Marina Vennero,Peppe Ragusa,Tiziano Militello, Massimiliano Garrone e Ivan Iacono. Saro Cicciarella, Arrigo Cassibba, Antonio Salonia e Luca Romano del « Formato Audio Comprensivo» chiudono l’appuntamento della notte di S. Lorenzo con rock elettronico, rock americano e grunge con brani originali.
Per chi preferisce restare in città l’appuntamento con la musica è in via Grimaldi con il « Live in via Grimaldi» con i Choice Quartet con Roberto Barni,Francesco Notorio,Adriano Raniolo e Saro Lorefice.


MUSICA, BIRRA E FALO´ ANCHE A RAGANZINO
di Calogero Castaldo


Falò, musica e birra: ecco il «menù» che molti giovani, frequentatori della «movida» pozzallese, si apprestano a vivere nella notte delle stelle cadenti.
Ci saranno le solite pire di legna e bancali ad ardere sulla sabbia sia di Raganzino ma soprattutto di Pietrenere, con il solito codazzo di adolescenti pronti a fare baldoria, anche se, da qualche anno a questa parte, sulle spiagge pozzallesi, vi fanno capolino anche alcune famiglie con bambini al seguito.

Chi, invece, farà dura repressione contro il fenomeno dei falò sulla spiaggia è la capitaneria di Porto di Pozzallo. Nelle notti fra il dieci agosto e l’undici agosto, difatti, saranno dispiegati un notevole numero di militari al fine di garantire sia l’incolumità di chi, magari, voglia trascorrere la notte di San Lorenzo e successive notti sulla spiaggia sia al fine di tutelare l’ambiente marino. A controllare, comunque, l’arenile sarà una task-force interforze: gli agenti di polizia municipale (fino all’una di notte), i carabinieri della locale stazione, la polizia di Stato e la Capitaneria di Porto di Pozzallo, che hanno assicurato l’impiego di due pattuglie per tutta la notte. Per i militari della Capitaneria pozzallese, il compito sarà decisamente più arduo: i controlli, difatti, saranno assicurati per tutto il litorale di giurisdizione, da Portopalo fino a Scoglitti.

Il verbale per chi contravviene alle disposizioni dettate dalla Capitaneria è di 1.032 euro, secondo le vigenti leggi in materia. Verbale che sarà esteso per tutti coloro che partecipano «attivamente» alla realizzazione del falò. Naturalmente, fanno sapere sempre dalla Capitaneria di Pozzallo, sarà usata la massima elasticità, soprattutto per quelli che si attiveranno, in tempi celeri, a spegnere il falò.