Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 981
MODICA - 20/12/2007
Agenda - Modica - Fervono i preparativi per l’evento di "Teleradioregione"

Seconda Notte bianca a cavallo
tra il 5 e il 6 gennaio
con i Matia Bazar e Neja

Si punta a bissare il successo del 2006: oltre 40mila visitatori Foto Corrierediragusa.it

La notte bianca 2008 del gruppo «Teleradioregione», a cavallo tra il 5 e il 6 gennaio, avrà nel concerto dei Matia Bazar la sua punta di diamante. Il noto gruppo sfodererà tutto il repertorio, compreso il celeberrimo evergreen «Vacanze romane», che sarà cantato nel barocco contesto di una notte modicana.

Il palco centrale dove si esibiranno i Matia Bazar sarà allestito in piazza Monumento: in questo modo il corso Umberto I fungerà da immensa platea. Ma la notte bianca, presentata ieri dagli organizzatori Raimondo Minardo e Giuliano Papadia, alla presenza del sindaco Piero Torchi e dell’assessore allo spettacolo Tato Cavallino, punta anche su altri microeventi.

A cominciare dal concerto che il tenore sciclitano Giuseppe Ranzani terrà sulla sommità della scalinata del duomo di San Pietro, in omaggio al compianto Luciano Pavarotti.

E poi la visita di Neja che, direttamente dal «Festivalbar», si esibirà dal vivo per la gioia dei fans. Da evidenziare anche la gara podistica amatoriale di beneficenza riservata ai «temerari» che vorranno cimentarsi in questa sfida in una notte.

Tempo permettendo (cappotti, sciarpe e berretti sono consigliati), l’organizzazione punta a bissare il successo dell’edizione inaugurale dello scorso anno, quando l’evento mobilitò qualcosa come oltre 40mila visitatori. Merito dei bus navetta che, per quest’anno, saranno potenziati per offrire un servizio ancora più veloce e impeccabile.

L’intero centro storico sarà raggiungibile solo con i mezzi pubblici a cominciare già dal tardo pomeriggio, per dare vita ad una seconda notte bianca da ricordare.