Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 935
MODICA - 15/09/2010
Agenda - Modica: l’opera del giovane Luca Scivoletto

Mister Max, il cortometraggio al Salina Doc Fest

Max è il ritratto ironico e scanzonato di una città, Modica, e di un suo figlio un po’ particolare: il cantante comico Mister Max Foto Corrierediragusa.it

Presentato in anteprima al Festival Arcipelago lo scorso giugno, il nuovo documentario di Luca Scivoletto «Max» approda adesso alla IV edizione del Salina Doc Fest – Festival del documentario narrativo, che si svolgerà nell’isola di Salina fino al 19 settembre. Il film fa parte sezione competitiva di documentari italiani – 9 in tutto – incentrata quest’anno sul tema dell’identità italiana e sarà presentato sabato 18 settembre 2010 alle 16.30 al Centro Congressi di Malfa alla presenza del regista.

Max è il ritratto ironico e scanzonato di una città, Modica, e di un suo figlio un po’ particolare: il cantante comico Mister Max (nella foto). Instancabile giullare nelle feste di paese di mezzo Meridione, nei suoi vent’anni di carriera Mister Max ha storpiato in dialetto siciliano più di duecento canzoni famose, arrivando a vendere ottantamila copie e diventando l’idolo migliaia di fan in tutto il Sud Italia. «Max» è un ritratto d’artista, in continua sovrimpressione a quello della sua città, radicalmente divisa tra lo statico e immutabile centro storico – con le sue bellezze architettoniche e i suoi raffinati e colti intellettuali – e la disordinata e caotica «città nuova», di cui Mister Max è figlio. Due città che non comunicano, due mondi opposti nell’Italia di oggi che troveranno nel corso del film l’inaspettata occasione per parlarsi e conoscersi.

Dopo il pluripremiato documentario in co-regia con Milo Adami sulla provincia veneta A Nord Est, Luca Scivoletto è tornato a Modica, sua città natale, per raccontare, partendo stavolta dal profondo Sud, un nuovo frammento di Italia contemporanea. Il documentario vede la partecipazione di alcuni intellettuali modicani come lo storico Giuseppe Barone e lo scrittore Franco Antonio Belgiorno, che qui appare nell’ultima intervista rilasciata prima della sua scomparsa.

Luca Scivoletto (Modica, 1981), laureato in Lettere, ha diretto numerosi corti e documentari. Con Ho deciso (2004) ha vinto il primo premio al «Festival del Corto» de «La 25a Ora» su La7 ; con Ieri (2006) ha partecipato a numerosi festival internazionali, tra cui il Rotterdam International Film Festival, ed è stato finalista ai Nastri d’Argento nella categoria Miglior Cortometraggio. Nel 2008 è co-fondatore della società di produzione Pinup Filmaking, con cui ha realizzato i documentari A Nord Est (2010), menzione speciale al Festival Cinemambiente di Torino, e Max (2010).