Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1102
ISPICA - 12/12/2009
Agenda - Ispica: «Poesia e cultura città di Ispica – Incontro con i contemporanei»

Maria Grazia Cucinotta a Ispica per un premio

L’attrice messinese, lanciata nel film «Il postino» da Massimo Troisi, sarà insignita del prestigioso riconoscimento sabato, 19 dicembre Foto Corrierediragusa.it

Maria Grazia Cucinotta (nella foto) riceverà il premio «Poesia e cultura città di Ispica – Incontro con i contemporanei». L’attrice messinese, lanciata nel film «Il postino» da Massimo Troisi, sarà insignita del prestigioso riconoscimento sabato, 19 dicembre.

La Cucinotta è «legata» ad Ispica, in quanto l’attrice è stata fra i produttori e interpreti, seppur in un cammeo, di «Viola di mare». Il film, tratto dal romanzo di Giacomo Pilati «Minchia di re», vede come protagonista l’attrice modicana Valeria Solarino, figlia dell’ingegnere Giovanni Solarino, funzionario nel settore Urbanistica del Comune di Ispica.

Insomma, il fatto che l’ingegnere Solarino sia «papà d’arte» in modo probabile ha giovato all’edizione 2009 del premio «Poesia e cultura» e ciò agli ispicesi non dispiace affatto. Anzi, si attende con ansia e orgoglio l’arrivo della Cucinotta e anche quello di Valeria Solarino, scortata dal suo compagno, il regista Giovanni Veronesi, componente, fra l’altro, della giuria costituita il 4 dicembre per l’assegnazione del premio.

La giuria risulta composta dal sindaco Piero Rustico, dall’assessore alla Cultura Patrizia Lorefice, dal vicepresidente del consiglio comunale Carmelo Pisana, dal consigliere comunale Serafino Arena, dallo storico del cinema Adriano Aprà, dal deputato Innocenzo Leontini, dal direttore del «Festival delle location d’Italia» Michelangelo Messina, dal direttore del mensile «Psychologies Magazine» Lucia Rappazzo e dal regista Veronesi. «La fama ed il prestigio – afferma infatti il sindaco – dei componenti la giuria sono la migliore garanzia dell’autorevolezza e della rilevanza che questa amministrazione ha voluto conferire all’edizione 2009; l’illustre albo d’oro della categoria «Cinema» sarà certamente impreziosito da un altro nome importante (si riferisce quasi di certo a Valeria Solarino n.d.c.), che arricchirà di nuovi significati uno degli eventi più attesi dalla città, nel trentesimo anniversario della sua istituzione».

Il premio «Poesia e cultura» vanta nomi illustri, quali quelli di Luciano Salce e Giuliana De Sio (edizione 1984) e Giuseppe Tornatore (edizione 1989).