Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 400
ISPICA - 21/08/2008
Agenda - Ispica - Itinerari enogastronomici sabato sera al Parco Forza

La notte dei sapori attraverso
arte, folklore e natura

La manifestazione dedicata al gusto e all’artigianato locale Foto Corrierediragusa.it

Itinerari eno ? gastronomici, che si articoleranno attraverso l’arte, il folklore e la natura, sono quanto offrirà «La notte dei sapori». La kermesse, il momento più importante nel programma dell’estate ispicese, avrà luogo sabato sera e, come ogni anno, alla stregua di una pietra preziosa, è stata incastonata nella suggestiva cornice del sito archeologico della Forza, all’interno di Cava d’Ispica.

Giunta alla quarta edizione, la manifestazione dedicata al gusto e all’artigianato locale ha beneficiato del patrocinio della Regione che ha finanziato l’evento, stanziando 50 mila euro. Il Comune ha partecipato con un spesa di 15 mila euro. 65 mila euro in tutto, impiegati per una notte che, auspicano i cittadini ispicesi, sia all’insegna dello stile e non simile alla solita sagra paesana.

A fugare ogni dubbio ci pensa Marco Genovese, assessore allo Sviluppo economico:«Contiamo sulla presenza di ? afferma l’assessore ? almeno 10 mila visitatori. I presupposti ci sono tutti, in primis la qualità dell’iniziativa, per far in modo che «La notte dei sapori» riscuota il successo che merita. Voglio ricordare che ? evidenzia Genovese ? la kermesse eno ? gastronomica ispicese, oltre ad essere un «unicum» nel suo genere proprio per l’amenità del luogo in cui si svolge, si afferma e si conferma quale iniziativa che, più di ogni altra, assurge al ruolo di volano della locale economia.

Infatti ? sottolinea Genovese ? la manifestazione non si ferma alla mera offerta di un menù, composto dai piatti tipici ispicesi, ma si estende dall’esposizione del prezioso artigianato locale, fatto da preziosi ricami e da pregiato legno intarsiato e molto altro ancora, alla promozione dei vini, dei formaggi, dell’olio e di tutti i prodotti di nicchia, frutto del lavoro degli imprenditori ispicesi del settore.

Insomma ? conclude Genovese ? quel che il territorio offre è la nostra più grande risorsa e, come tale, il canale va potenziato, offrendo all’imprenditoria locale trampolini di lancio quali «La notte dei sapori» e «Arte e Sapori». Quest’utima, com’è noto, si fregia della presenza dello storico Paolo Nifosì, prestigiosa guida attraverso gli angoli più significativi di Ispica. L’ultima serata dedicata all’arte sarà quella di venerdì, 22 agosto, alle 21, come sempre accompagnata dalla degustazione di leccornie nostrane alla fine di ogni passeggiata culturale».