Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 973
COMISO - 20/11/2008
Agenda - Comiso - 16 spettacoli di prosa e teatro dal 9 dicembre

Comiso: stagione teatrale 2008/09

Tra i nomi di spicco Paola Gassman e Sandra Milo Foto Corrierediragusa.it

Presentata a Comiso la nuova stagione teatrale 2008/2009 che aprirà i battenti il 9 dicembre, e si concluderà il 18 aprile 2009. In tutto sedici appuntamenti di prosa e teatro. «Nomi di eccellenza per una kermesse realizzata con sacrificio ed in economia» ha dichiarato l’assessore alla cultura, la professoressa Maria Rita Schembari.

«In realtà - ha continuato la Schembari - all’inizio si era pensato di non organizzare per quest’anno la stagione teatrale, a causa delle grandi difficoltà economiche dell’ ente, ma grazie anche alla collaborazione del dirigente del settore preposto, la dottoressa Santina Scarnato, e a tutto l’ufficio, siamo riusciti a realizzare degli appuntamenti di qualità, ma con parsimonia.» Tra i nomi di spicco che saranno a Comiso quest’anno, Stefano Nosei, Dario Vergassola, Paola Gassman, Sandra Milo (nella foto). Inoltre, molte saranno le compagnie teatrali locali e siciliane, compresa una compagnia del nisseno. L’assessore Schembari, ha anche dichiarato che le richieste sia per l’abbonamento che per eventuali sbigliettamenti, sono già molteplici.

Il costo complessivo della kermesse è di circa 90 mila euro, di cui circa 17 mila, sono stati incassati tramite sponsor, circa 30 mila verranno erogati dalla regione, ed in più si aspetta il contributo della provincia.

Il sindaco , Giuseppe Alfano ha dichiarato che "vanno aggiunte le somme che rientreranno dagli abbonamenti e dallo sbigliettamento. Abbiamo lasciato i costi uguali agli altri anni, e pensiamo che, se non proprio in pareggio, almeno ci sarà una perdita minima per l’ente. Inoltre vorrei aggiungere - ha concluso il primo cittadino - che la campagna di terrorismo che è stata veicolata dagli ex amministratori secondo i quali tutto si sarebbe bloccato, si sta rilevando una ulteriore fandonia. Noi stiamo dimostrando che le cose si possono fare, in economia, ma raggiungendo ugualmente un buon livello. Basti guardare gli attuali costi della stagione teatrale e paragonarli con quelli passati, dove venivano impegnati più di 130 mila euro».